Puglia geologica in foto, la premiazione

La premiazione del concorso fotografico “Passeggiando trai paesaggi geologici della Puglia” sarà preceduta da un workshop sui vantaggi dell’energia geotermica a bassa entalpia. Il ruolo di SIGEA Puglia 

Prima un workshop poi la cerimonia di premiazione di quello che ormai si presenta come uno dei più significativi concorsi fotografici nazionali. Una giornata ricca di attività quella organizzato dall’Ordine dei Geologi della Puglia e dalla sezione pugliese di SIGEA (Società italiana di geologia ambientale)  per martedì 20 dicembre 2016.

premiazione toto tratturello
Il “Tratturello” di Altamura (foto Giulia Piepoli) è tra i 12 scatti premiati al concorso “Passeggiando tra i Paesaggi Geologici della Puglia”

 A partire dalle ore 18,00 presso la Sala Convegni Universus (Viale Japigia, 188 – Bari)  si terrà infatti la premiazione del concorso fotografico Passeggiando tra i paesaggi geologici della Puglia.  Il concorso, organizzato dai due enti col patrocinio della regione Puglia e giunto ormai alla sua settima edizione, rappresenta una maniera ben riuscita per conoscere il territorio pugliese in tutte le sue sfaccettature: paesaggio, interazioni uomo/ambiente, suggestioni, tutto accompagnato da scatti sapienti di esperti ma anche di semplici “dilettanti” della fotografia. Le foto pervenute quest’anno sono circa 350.  Tre le sezioni del concorso: “La geologia prima e dopo l’uomo”, Paesaggi geologici o geositi”, Un’occhiata al micromondo della geologia”.
Le foto dei 12 vincitori del concorso (per vederle clicca qui) compongono il Calendario 2017 in spedizione con la rivista periodica dell’Ordine dei Geologi della Puglia. Il calendario sarà presentato nella stessa serata ed è disponibile on line al seguente indirizzo .
Alla cerimonia di premiazione sarà presente la Giuria che ha selezionato le foto composta da: Dionisio Ciccarese (Presidente), Leonardo Guerra, Luigi Spalluto, Michele Chieco, Alessandro Monno. Segreteria organizzativa del concorso: Silvio Spizzico (Ordine dei Geologi della Puglia) Antonello Fiore (SIGEA Sezione Puglia).

La cerimonia di premiazione del concorso Passeggiando tra i paesaggi geologici della Puglia va a concludere un evento che si articola dalla mattina, vale a dire il workshop Geotermia a bassa entalpia, esperienze a confronto. Dall’individuazuione delle aree alla scelta delle soluzioni impiantistiche per gli usi diretti. 

Il workshop – organizzato da SIGEA Puglia col patrocinio dell’Ordine regionale geologi – è teso alla informazione, promozione e divulgazione sull’utilizzazione termica dell’energia geotermica a bassa entalpia: un’energia inesauribile, gratuita, rinnovabile, ecocompatibile e a disposizione per 365 giorni l’anno.

L’energia proviene dall’interno della Terra sotto forma di calore, uniformemente e globalmente distribuito è inesauribile. Con questa tecnologia il calore interno della terra viene assorbito da un fluido che circolante in apposite sonde geotermiche, tubi collocati nel sottosuolo in scavi superficiali o in perforazioni verticali. Questo calore viene reso disponibile per la climatizzazione degli edifici o il riscaldamento dell’acqua, in maniera economica ed efficiente.

I sistemi geotermici a bassa temperatura sono diffusi, in ambito residenziale, soprattutto nel Nord Europa e negli Stati Uniti, mentre in Italia sono ancora poco conosciuti. I vantaggi di tale tecnologia sono molteplici:

· ecologici: non ci sono emissioni dirette di CO2 nell’aria; l’EPA ha dichiarato che la Geotermia è la tecnica di climatizzazione più efficiente ed ecologica possibile;

· risparmio sui consumi: il costo di gestione è mediamente inferiore del 50% rispetto agli impianti a gas metano. Per tutti gli anni di funzionamento dell’impianto, non vi è pressoché alcuna necessità di manutenzione;

· integrazione: facile con le altre forme di energia rinnovabile.

Ormai tutti gli scenari energetici del futuro vedono le energie rinnovabili protagoniste dei prossimi anni, in sostituzione delle fonti fossili che hanno un forte impatto sull’ambiente e sulla salute dell’uomo. La diversificazione nella produzione di energia e la diffusioni delle fonti rinnovabili, come la geotermia, giocherà un ruolo fondamentale per le politiche energetiche e ambientali dei Paesi. Si evidenzia che per ridurre la dipendenza dalle fonti fossili (petrolio, carbone, metano) un ruolo fondamentale è svolto dai miglioramenti nell’efficienza energetica in grado di contribuire notevolmente alla riduzione della domanda, unito alla crescita delle rinnovabili nel mix energetico.

Il workshop è rivolto ai progettisti e alle imprese di costruzione e dei sevizi e alle Amministrazioni pubbliche e private. Qui il programma

Nella prima parte dello workshop si terranno relazioni aventi lo scopo di spiegare i vari aspetti dello sfruttamento di tale fonte di energia mentre nella seconda parte ci saranno le relazioni di casi di studio, cioè i progettisti e le imprese che hanno già realizzato tali impianti esporranno le loro esperienze dirette al fine di fornire dati reali provenienti dal campo di applicazione.

La Sigea con questa iniziativa intende contribuire ad aumentare l’interesse degli operatori su tale tecnologia affinché venga presa in considerazione nel momento delle progettazioni sia per nuovi edifici sia nelle ristrutturazioni dell’edificato esistente per il quale è in corso la riqualificazione energetica.

Articoli correlati