Input your search keywords and press Enter.

Puglia in Fiera, protagonista l’ambiente

foto-incontro-acquedotto_-fiera

L’80esima Fiera del Levante è anche l’occasione per fare il punto su questioni cruciali per il territorio pugliese: dotazioni, infrastrutture e ambiente

L’80esima Fiera del Levante è anche l’occasione per fare il punto su questioni cruciali per il territorio pugliese: dotazioni, infrastrutture e ambiente. Per questo sono state organizzate tavole rotonde, momenti di confronto, dibattiti e occasioni per la definizione di progetti, presenti e futuri, con la Regione protagonista. È il caso del convegno “Depurazione e trattamento fanghi – Stato e prospettive in Puglia” che si è svolto nel padiglione 170, spazio dedicato proprio ai temi del riuso e del riciclo consapevole, da parte dell’assessorato regionale all’Ambiente, assieme all’Acquedotto pugliese. Un tema fondamentale per un territorio storicamente in deficit dal punto di vista idrico, in grado di far fronte alle proprie esigenze grazie alla realizzazioni di opere fondamentali, come quelle dell’acquedotto, capace di portare far giungere l’acqua dalle riserve delle regioni vicine: Basilicata e Campania. Così si è affrontato il tema, grazie a tecnici ed esperti, sull’utilizzo di sofisticati e avanzati sistemi tecnologici dei fanghi per uso agro-industriale. La Puglia conta su un sistema di depurazione con 185 impianti. Fra il 2013 e oggi sono stati investiti circa 530 milioni di euro, dei 720 milioni a disposizione, rivenienti da fondi comunitari e fondi Cipe. Così l’idea del recupero delle acque depurate per l’utilizzo in campi e fabbriche. «Lo sforzo che la Regione sta facendo oggi, creando sinergie tra Aqp, Politecnico di Bari e Autorità idrica pugliese – ha spiegato il Governatore Emiliano -, è di avviare una politica e un’economia del riuso delle acque, in particolare la destinazione dei fanghi reflui per l’agricoltura. È un cammino difficile che si può compiere solo lavorando insieme, ma è una sfida che stiamo vincendo grazie alle competenze e alle capacità di programmare dei pugliesi».

Ma le dotazioni strutturali riguardano anche l‘innovazione e la tecnologia. L’assessore regionale alle Attività produttive, Loredana Capone, è stata tra le promotrici del laboratorio ”L’innovazione digitale, infrastrutture e dati: opportunità per i sistemi produttivi, dal manifatturiero al turismo”. Il tema, infatti, riguarda da vicino il piano strategico per il turismo. «La Puglia deve rafforzare le sue infrastrutture con la banda larga e ultra larga – ha spiegato Capone- ma deve anche essere la più connessa. Occorrono prima le australe tecnologiche, e per quello stiamo lavorando e siamo a buon punto, autostrade che sono importanti al pari degli aeroporti, delle strade e delle ferrovie, ma occorre anche che imprese, cittadini, pubbliche amministrazioni, le utilizzino e le riempiano di contenuti». Ai lavori in Fiera hanno partecipato esperti, tra i quali Salvatore Lombardo, amministratore delegato Infratel Italia Spa, Marco Curci, direttore Divisione Informatica e Telematica di InnovaPuglia, Stefano Ceci, dirigente di TravelMesh.net e Fondatore del gruppo GH, acceleratore di avviamento di imprese nel settore turistico.

foto-gente-viale

Forte e significativa sui temi dell’ambiente la presenza della Regione Puglia alla 80ma Fiera del Levante

Dall’innovazione al turismo, si arriva con semplicità alla cultura. Per questo, sempre alla Fiera, è stato presentato PhEST, festival internazionale della fotografia,  appena inaugurato nel centro storico di Monopoli, dove andrà avanti fino al 30 settembre. PhEst ospita le opere e le parole di maestri della fotografia contemporanea e le contaminazioni con cinema, musica e arte. Tra i partecipanti, Alex Majoli, Enri Canaj, Mattia Insolera, Michal Korta, Piero Martinello, Myriam Meloni, Anastasia Taylor-Lind, Marieke van der Velden e Driant Zeneli. L’organizzazione è dell’associazione Onthemove, che vede la direzione artistica di Giovanni Troilo e la curatela fotografica di Arianna Rinaldo. L’appuntamento è promosso dal Comune di Monopoli e dalla Regione Puglia.  In altro appuntam,ento culturale ha riguardato la mostra fotografica sulle Vie Francigene in Puglia, organizzata dal Consiglio regionale pugliese e Unpli

Foto in primo piano anche per la presentazione della mostra fotografica“Scorci francigeni di Puglia” dedicato ai Cammini e ai sentieri in Puglia, e promosso dal Consiglio  Regionale pugliese e Unpli Puglia. «La via Francigena – ha sottolineato Daniela Daloiso, dirigente della sezione Biblioteca e Comunicazione Istituzionale del Consiglio Regionale pugliese – si compone di 2700 chilometri di cui 400 soltanto in Puglia. Tutto il Consiglio regionale è fortemente interessato a promuovere e a diffondere questo meraviglioso patrimonio culturale soprattutto ai giovani, ai ragazzi, perché è importante che i nostri ragazzi conoscano la nostra storia che è la loro storia e il nostro territorio». Ai ragazzi è dedicato il concorso dal titolo omonimo, bandito da Consiglio  Regionale pugliese e Unpli Puglia, d’intesa con l’Ufficio Scolastico Regionale.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *