PSR e Xylella: altre 247 imprese ammesse agli investimenti 

xylella-700x500_foto-facebook

Assessore Pentassuglia: “Con ulteriori risorse un altro importante tassello per la ricostruzione del nostro patrimonio olivicolo e per la ripresa economica”

Ulteriore passo in avanti nella rigenerazione dell’olivicoltura salentina devastata da Xylella fastidiosa con altre 247 aziende ammissibili alla misura 4.1C del PSR Puglia.  È stato, infatti, pubblicato il provvedimento che scorre la graduatoria di quanti hanno richiesto contributi per gli investimenti strutturali nelle proprie aziende.

«Si tratta di un ulteriore importante tassello – commenta l’assessore all’Agricoltura della Regione Puglia, Donato Pentassuglia – per ricostruire il nostro patrimonio olivicolo e dare respiro e nuove chance di ripresa alle aziende salentine colpito dalla Xylella».

Ad oggi sono 518 le ditte in graduatoria ammesse alla successiva fase prevista dal bando. Questo è stato possibile grazie alla rimodulazione del PSR per gli anni 2021-2022 e grazie agli ulteriori fondi ministeriali destinati a sostenere la ripresa delle imprese e dei territori colpiti dal batterio che ha messo in ginocchio l’olivicoltura e l’economia di centinaia di imprese e famiglie.

Il provvedimento dà atto di circa 60 milioni di euro stanziati per la Sottomisura 4.1 C, ma, spiega Pentassuglia, «Contiamo, anche grazie ad eventuali economie, di poter dare soddisfazione a tutte le imprese che non siamo riusciti a finanziare per carenza di fondi».

L’assessore all’Agricoltura  preanuncia ulteriori contatti con il Ministero per ottenere altri 700 milioni di euro per il Piano di rigenerazione olivicola, soldi necessari per dare piena attuazione a quanto previsto dal piano stesso.

Articoli correlati