Protocollo contro il Marine Litter nei fiumi e nelle aree marine protette

Foto di Emilian Robert Vicol da Pixabay

Varato il piano per il contenimento della plastica nei fiumi e lungo le coste firmato dal Ministero dell’Ambiente e dal Corepla

Firmato dal Ministero dell’Ambiente e da Corepla il protocollo per avviare un progetto sperimentale di gestione  dei rifiuti plastici presenti nei fiumi italiani e nelle aree marine protette.

I rifiuti galleggianti saranno raccolti dalla flotta antinquinamento del Ministero. Il progetto durerà ventiquattro mesi e coinvolgerà a rotazione quindici porti (cinque per volta), dei quali i mezzi della flotta conferiranno a Corepla, il Consorzio Nazionale per la Raccolta, il Riciclo e il Recupero degli Imballaggi in Plastica, il marine litter raccolto. Il Consorzio, che non è nuovo a queste iniziative, si farà carico di gestire, verificare, misurare e analizzare le quantità e la qualità dei rifiuti oggetto della sperimentazione provenienti dalle imbarcazioni.

L’accordo col Ministero dell’Ambiente consentirà di condividere i dati quantitativi e qualitativi dei rifiuti raccolti in mare, con particolare riguardo ai rifiuti di imballaggio in plastica, in aree con diverse caratteristiche in termini di correnti, vicinanza ad aree marine protette e foci dei fiumi. La sinergia messa in campo consentirà di recuperare dal nostro mare fino a 36 tonnellate di rifiuti. Tale sperimentazione renderà possibile valutare le opportunità future di riciclo di questa tipologia di rifiuti e potrà servire anche ad implementare la banca dati necessaria all’individuazione del codice CER necessario ad accompagnare questo nuovo genere di rifiuto.

I dati raccolti nell’ambito del progetto costituiranno un passo importante per il Ministero per misurare i quantitativi di rifiuti in mare e sviluppare iniziative appropriate per un approccio integrato ai fini della tracciabilità delle sorgenti marine e terrestri dei rifiuti.

Numerose saranno le attività e le iniziative di comunicazione territoriale presso i Comuni costieri coinvolti nel progetto per promuovere il rispetto del patrimonio marino e sensibilizzare amministratori e cittadini sulla raccolta differenziata e il riciclo degli imballaggi in plastica.

Leggi anche: Plastiche miste, intesa tra Eni Versalis e COREPLA

Articoli correlati