Input your search keywords and press Enter.

Presentato da ENEA l’Energy Efficiency Market Report

ENEA - energia clima

L’efficienza energetica è il primo combustibile green al mondo

A poche settimane dalla COP21, la Conferenza delle Parti di Parigi sui cambiamenti climatici, l’ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) presenta l’Energy Efficiency Market Report dell’Agenzia Internazionale dell’Energia (IEA).

Nel 2014 – secondo il rapporto -, a livello mondiale, sono state evitate 870 milioni di tonnellate di emissioni di CO2, con un risparmio di 550miliardi di dollari sulla bolletta energetica, grazie a 300miliardi di dollari di investimenti in efficienza.

Lo studio dell’IEA conferma il ruolo strategico dell’efficienza energetica come primo combustibile green al mondo, rimarcando lo stretto legame fra energia e cambiamenti climatici.

Secondo la relazione dell’Agenzia, il nostro Paese per il periodo 2014 – 2020 dispone di 355milioni di euro per la riqualificazione energetica degli edifici pubblici; oltre 100milioni di euro per le diagnosi energetiche nelle PMI; 350milioni di euro dall’ex Fondo Kyoto per interventi di efficientamento in scuole e università; 1,5 miliardi di euro dai fondi strutturali per interventi su edifici della pubblica amministrazione locale; 3milioni di euro per il programma triennale di formazione e informazione.

«L’efficienza energetica – rileva Alessandro Federici dell’Unità Tecnica Efficienza Energetica dell’ENEA – dimostra essere lo strumento più efficace per ridurre le emissioni, coerentemente con l’obiettivo di limitare l’aumento della temperatura globale entro i 2 °C». Secondo Federici, che ha contribuito al rapporto IEA con le informazioni relative all’Italia, «questo report evidenzia che cambiare è possibile ed è anche conveniente dal punto di vista economico, perché ridurre il consumo di combustibili fossili grazie all’efficienza vuol dire ridurre i costi in bolletta e stimolare ricerca e innovazione, facendo così decollare nuovi mercati».

L’Italia è in linea con il trend mondiale – gli investimenti in efficienza energetica al 2050 sarebbero pari a 8mila miliardi di dollari -, tuttavia secondo lo scenario basato sulla prosecuzione delle attuali politiche energetiche, si rileva dall’Energy Efficiency Market Report che per raggiungere l’obiettivo 2°C, dovrebbero ammontare a oltre 14mila miliardi di dollari, una cifra in grado di generare risparmi energetici annuali pari alla somma dei consumi finali di Cina e Ue nel 2012.

«Su questi temi – ha concluso Federici – l’ENEA, in qualità di Agenzia Nazionale per l’Efficienza Energetica, può dare un contributo rilevante, offrendo supporto scientifico alle imprese per gli audit energetici e per la diffusione della cultura dell’efficienza energetica e al ministero dello Sviluppo Economico per il monitoraggio delle politiche di efficienza energetica in atto per il raggiungimento degli obiettivi di risparmio al 2020».

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *