Presentati i vincitori della selezione di Giornalisti Nell’Erba

«Adesso lo possiamo dire: siamo stati davvero spietati. Legati a doppio filo dai temi del coraggio e del cibo del/per il futuro, abbiamo chiesto ai partecipanti di produrre un’inchiesta, un articolo in inglese, l’analisi di una tabella dati, un video, post di facebook e twitter. Il tutto in un solo mese di tempo», commenta così, Paola Bolaffio, direttora di Giornalisti Nell’Erba, la fase di selezione di “Feed your future – Il coraggio di raccontare i numeri”, contest nazionale di Giornalisti Nell’Erba #gNeLab e Carlsberg Italia che con Birrificio Angelo Poretti sarà la Birra Ufficiale di Padiglione Italia.

«Tanta la voglia di fare e di fare bene, numerose le richieste di delucidazioni e consigli, con tanti di loro abbiamo avuto un rapporto quotidiano. Tutto questo entusiasmo ci ha fatto affezionare, ma solo dodici di loro ce l’hanno fatta, gli otto inviati e le quattro “riserve”».

L’obiettivo del contest è stato quello di selezionare otto inviati under trenta che, per tutto il periodo di EXPO 2015, in collegamento diretto con la redazione centrale di GNE, andranno a caccia di notizie su qualità, innovazione, sostenibilità e #greenicità e avranno così modo di raccontare da protagonisti il grande evento.

Si è conclusa così la prima fase di Giornalisti Nell’Erba, un progetto internazionale di giornalismo e comunicazione ambientale per giovani. Informazione ambientale e scientifica tradotta in lingua universale di cui i GNE sono media e traduttori per una divulgazione efficace. Ma è anche formazione, eventi, laboratorio permanente, giornale online. Giornalisti Nell’Erba mette in contatto i giovani reporter con i grandi del giornalismo, delle imprese, delle istituzioni, del mondo economico, della ricerca, e viceversa. È palestra per autentiche esperienze sul campo, con l’affiancamento di professionisti, strumenti e supporti. È Rete. Mette in relazione diretta e attiva aziende, stampa nazionale, istituzioni, profit e no-profit, scuole, insegnanti, educatori, divulgatori, ricercatori e partecipanti. È Comunicazione.

È la più giovane e grande redazione Ambiente del mondo ma è anche “la redazione più agguerrita per ciò che riguarda l’ambiente… completo cambiamento di prospettiva nella comunicazione della sostenibilità” (Edelman), “chiave di lettura universale delle questioni ambientali” (Ansa), “corazzata di giornalismo ambientale” (La Stampa), “veri e propri equipaggi per il cambiamento” (Corriere della Sera), “concorso in cui vince sempre il futuro migliore” (Il Fatto quotidiano). Sono i nostri migliori concorrenti, scriviamo noi di Ambient&Ambienti.

Una giovane redazione di giornale

«Per noi – commenta Alberto Frausin, AD di Carlsberg Italia – rappresenta l’occasione di avere il coraggio di gettare le basi per il futuro di tutto il Paese, partendo dall’offrire un’opportunità unica a giovani giornalisti ambientali, permettendo loro di formarsi sul campo e, a loro volta, trasmettere quanto impareranno a tutti i loro coetanei affinché siano cittadini e consumatori informati e consapevoli».

Gli otto vincitori sono Giuseppe Toninelli, 28 anni, siciliano, Laura Isola, di Lecce, arriva dai Castelli Romani la 27enne Azzurra GiordaniRachele Bevacqua, 22 anni di Roma, romana anche Sara Leone, Luca Masoero, di 19 anni, di Arenzano in provincia di Genova è il 26enne Gabriele Vallarino, da Tradate, Martina Cavallaro, 23 anni, già diverse volte vincitrice del premio GNe. Importante supporto al progetto lo daranno i quattro rinforzi: Ludovica Criscitiello, 28 anni da Avellino, Matteo Isidori, 24 anni di Roma, Giordana Maddalena, 25 anni di Monte Porzio Catone, infine, da Bisceglie, Francesco Regano, 22 anni.

Per i giovani inviati inizia ora la fase formativa, attraverso webinar e corsi pratici di 120 ore (tra esperienza a Expo2015, incontri web e laboratorio attivo sul campo), con giornalisti ed esperti che forniranno tutte le nozioni pratiche per condurre un’informazione corretta e smart.

Articoli correlati