Input your search keywords and press Enter.

Preoccupazione per Torre Guaceto

Il presidente del WWF Puglia, Avv. Antonio de Feo, ha diffidato la Provincia di Brindisi a rilasciare l’autorizzazione richiesta dall’Acquedotto Pugliese per lo scarico delle acque reflue provenienti dal depuratore di Carovigno nel Canale Reale che sfocia in piena Area Marina Protetta di Torre Guaceto. Lo scarico ha una portata di circa 10mila m3 di acqua che andrebbe riversata nella zona A della Riserva. Già il Consorzio di Gestione ed il Ministero dell’Ambiente avevano espresso parere negativo sulla questione che, come sottolinea WWF in una nota, «rischia infatti di compromettere in maniera grave il delicato equilibrio ambientale del tratto di mare interessato ed in particolare del posidonieto, protetto dalle direttive comunitarie,  con grave danno della fauna ittica che qui è particolarmente ricca». Una situazione ancor più grave se si pensa allo stato attuale di inquinamento dell’area, così come recentemente messo in luce dai dati della Goletta Verde di Legambiente. La foce del Canale Reale all’interno dell’area è risultata, infatti, fortemente inquinata. «Chiediamo perciò alla Provincia di Brindisi – ha detto Stefano Leoni, presidente del WWF Italia – non solo di non rilasciare l’autorizzazione allo scarico ma, insieme agli altri enti competenti, anche di adottare misure urgenti per diminuire gli scarichi che attualmente già confluiscono nel Canale Reale e di procedere ad interventi di fitodepurazione così come proposto nel Piano di Tutela delle Acque della Regione Puglia».

Print Friendly, PDF & Email