Input your search keywords and press Enter.

Pratiche sostenibili. Itinerari del design nella ricerca italiana

Università e territorio insieme per disegnare una mappa delle “comunità sostenibili”. Nasce da qui l’insieme di esperienze raccolte nel bel volume di Rosanna Veneziano(dottore in Design Industriale Ambientale ed Urbano Seconda Università degli Studi di Napoli ) e Carlo Vezzoli (tra i vari incarichi, anche quello di docente al Politecnico di Milano), che presentano in modo accattivante i lavori sorti in ambito accademico sin dal 1999 e radicati in più parti d’Italia, grazie alla collaborazione di designer e imprese.

la copertina del libro

L’Ecodesign diventa così una realtà che unisce alla ricerca, alla sperimentazione, il tentativo – riuscito – di rispondere ai bisogni delle comunità. Di qui si passa a comunità non più solo utilizzatrici, ma realizzatrici, quanto meno ispiratrici di prodotti .

Tra i case history presentati, il workshop per le attività artigianali di Modica (Sicilia), i “Progetti verdi” per intervenire nella complessità dei sistemi produttivi toscani; tra le espressioni più frequentiv nel libro, il business ecocompatibile, il Design dell’energia, la biomoda. E c’è un concetto che circola con insistenza: quello di “condivisione”, perché – e questa è la tesi sostenuta dagli autori – solo condividendo i problemi che riguardano le comunità locali, è possibile affrontare la sfida del cambiamento all’insegna della sostenibilità.

L’ultimo capitolo del volume affronta un tema fondamentale per garantire il successo di queste attività e di questa filosofia di vita. si parla infatti di “comunicazione per la sostenibilità”, ma la cosa interessante sta nel fatto che questa viene legata alla responsabilità sociale: cioè far conoscere sollecitare gli interventi, questo può rendere le comunità locali protagoniste del cambiamento.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *