Pontili di Otranto: smontarli non è stata una tragedia

pontili_otranto_2
Otranto - Lo specchio d'acqua antistante i Bastioni libero dai pontili del porto turistico (foto Luca Bruni)

Dall’avvocato Luca Bruni, capogruppo della minoranza al Comune di Otranto, riceviamo una nota che ripercorre il lungo e travagliato iter della sistemazione dei pontili del porto turistico di Otranto. Il porto turistico è stato oggetto di un contenzioso durato anni con la Soprintendenza ai beni paesaggistici e architettonici di Lecce che aveva imposto lo smontaggio alla fine dell’estate e rimontaggio in primavera dei pontili.

E’ praticamente terminato lo smontaggio dei pontili: come molti hanno potuto vedere, sono bastati appena tre giorni per l’intera operazione.

Pochi invece sanno che sono stati sufficienti 40.000 euro.

In primavera si procederà alla loro nuova sistemazione secondo quanto concordato con la Soprintendenza.

È così che dopo anni di ottuso scontro istituzionale, sono stati finalmente ricuciti i rapporti con l’ente statale che ha imposto al Comune – che ha dovuto forzatamente accettare – una diversa e più ridotta configurazione del porto. Non è passata purtroppo la previsione di un pontile più lungo che avrebbe fatto recuperare i posti barca persi con il nuovo progetto. Almeno in parte.

Una battaglia persa malamente, tra contenziosi, sequestri, indagini, confronti al limite della rissa, lo smontaggio di un intero porto e una quantità di soldi buttati a mare. Ma che ha finalmente messo fine a un contrasto dannoso e assicurato un porto più piccolo ma per tutto l’anno.

pontili_otranto_1
Il contenzioso tra Soprintendenza ai beni paesaggistici e architettonici di Lecce e Comune di Otranto per smontare i pontili è durato parecchi anni (foto Luca Bruni)

Al punto in cui eravamo giunti – da un lato per uno stupido puntiglio della Soprintendenza e, dall’altro, per errori del passato -, era l’unica cosa da fare.

Magra consolazione ricordare che, quella attuale, era la proposta che il nostro gruppo consiliare aveva lungamente invocato e che è stata percorsa da Sindaco e Giunta solo dopo aver inseguito soluzioni improbabili. Dall’abbassamento dei pontili alla passeggiata archeologica sino al memorabile viaggio a Roma per l’incontro col Ministro Franceschini (ignaro dell’appuntamento): una sortita che più che un appuntamento istituzionale è parso il viaggio di Totò e Peppino a Milano.

Ma la soddisfazione per l’intesa raggiunta con la Soprintendenza non può farci tacere che dietro l’intera vicenda si celava un grandissimo imbroglio.

Mettiamo in fila i fatti allora.

Sin qui, attraverso dichiarazioni ufficiali e il megafono della stampa, ci è stato propinato:

1) che il costo del montaggio e rimontaggio stagionale dei pontili ammontasse a 800.000 euro;

2) che i tempi occorrenti per le “complicatissime” operazioni di smontaggio avrebbero portato a ridosso del periodo di rimontaggio (sei mesi, quindi).

3) che lo stoccaggio dei pontili sarebbe stato altrettanto complicato ed impattante perché avrebbe generato un impilamento dei pontili sul Molo San Nicola come se si fosse costruito un palazzo di diversi piani.

luca_bruni
Luca Bruni, capogruppo della minoranza al Comune di Otranto

Per montare la protesta – che aveva così buone ragioni di fondo – la cittadinanza è stata ingannata attraverso una sistematica manipolazione della realtà.

Ora sappiamo che non era così.

I sei mesi necessari per lo smontaggio sono diventati 3 giorni. E da 800.000 euro siamo passati ad appena 40.000 euro, con un rimontaggio che costerà poco di più.

In fondo, era un sacrificio che avrebbe persino consentito di rispettare la prescrizione della stagionalità generando, allo stesso tempo, una nuova economia invernale e il mantenimento del numero originario di posti barca. O avrebbe potuto suggerire per tempo la soluzione attuale evitando così di spendere denaro per contenziosi e progetti ridicoli.

Di queste falsità e di questo modo spregiudicato di agire qualcuno dovrà rispondere, è chiaro. Per il momento è sufficiente che i cittadini sappiano tutta la verità.

Articoli correlati