Ponte dell’Immacolata: Ecoweekend tra presepi, alberi illuminati e ‘Villaggi’

Entra nel vivo il cartellone natalizio. Tra presepi, alberi illuminati e ‘Villaggi’, la festa più attesa e sentita dell’anno si prende la scena nel Ponte dell’Immacolata. Non mancano, però, gli appuntamenti a tema ambientale. Ecco il tradizionale appuntamento con il primo vero Ecoweekend dal sapore natalizio

 

Per segnalare iniziative per i prossimi Ecoweekend è possibile contattare la redazione di Ambient&Ambienti, inviando materiale a redazione@ambienteambienti.it o all’indirizzo di posta elettronica fulviodigiuseppe@gmail.com

Christmas in Wonderland

Venerdì 8 dicembre, alle ore 18, alla presenza del sindaco di Bari Antonio Decaro e dell’assessora alle Culture e Turismo Ines Pierucci, si terrà l’evento inaugurale di Christmas in Wonderland, il Villaggio di Babbo Natale allestito in piazza Umberto: l’arrivo di Babbo Natale darà infatti ufficialmente il via al cartellone di eventi natalizi del Comune di Bari.

All’evento parteciperanno tutti gli abitanti del Villaggio: elfi, cantastorie, artisti circensi sfileranno in una parata a tema natalizio accompagnati da una magica colonna sonora interpretata dalla cantante barese Emiliana Maniglio, mentre i pattinatori del Gruppo ASD Cassandra si esibiranno sui loro pattini a rotelle in una meravigliosa performance che incanterà tutti i presenti. Lo spettacolo si concluderà con l’atteso arrivo di Babbo Natale che saluterà i bambini e le famiglie presenti in piazza. Prima dell’inaugurazione, a partire dalle ore 16, sarà comunque possibile prendere parte alle attività ludiche e di animazione previste.

Il Villaggio di Babbo Natale in piazza Umberto sarà aperto fino al 6 gennaio, dal lunedì al venerdì, dalle ore 16 alle ore 21, il sabato e la domenica, dalle ore 9 alle ore 22, il 24 dicembre dalle ore 9 alle ore 18, il 25 e il 26 dicembre dalle ore 9 alle ore 22, e accoglierà i bambini e i loro genitori con eventi, animazioni ludiche, giochi di gruppo, balli natalizi, spettacoli circensi, spettacoli musicali e musical e incontri con cantastorie.

Musei e parchi aperti

Aperture straordinarie diurne e serali e orari prolungati di visita saranno l’offerta del weekend alle porte, nel dichiarato intento da parte della Direzione Regionale Musei Puglia, di ampliare le possibilità di fruizione dei luoghi della cultura durante le festività.

Si comincia il giorno dell’Immacolata, quando numerosi Musei, Castelli e Parchi archeologici pugliesi saranno visitabili ai consueti orari di ingresso riservati ai giorni festivi; si prosegue sabato 9 e domenica 10 dicembre: in questo caso, i luoghi d’arte saranno fruibili ben oltre gli abituali orari di apertura, riservando al pubblico nuove occasioni per conoscere la bellezza. Nel ricco “catalogo” di occasioni imperdibili, non mancheranno appuntamenti con la storia illuminati dal bagliore della luna e percorsi archeologici immersi in itinerari naturalistici da esplorare sia di giorno che di sera. Per conoscere, invece, i consueti orari di apertura nei giorni 9 e 10 dicembre, consultare il sito museipuglia.cultura.gov.it/

Sentieri dell’Oasi WWF

I volontari dell’oasi WWF Trulli e Gravine organizzano l’8 dicembre u7na escursione al Monte sant’Elia (foto RedEvil)

L’Immacolata si celebra anche nell’Oasi WWF. Monte Sant’Elia è una piccola collina delle Murge orientali che si estende sulla gravina e sul golfo di Taranto. Incastonati in quest’area antichi trulli del seicento e una suggestiva masseria adagiata sul costone della Murgia che oggi è sede dell’oasi WWF Trulli e Gravine oltre ad essere zona speciale di conservazione delle specie protette.
L’oasi è integrata nel Parco Naturale Regionale Terra delle Gravine, una delle aree naturali più belle di Puglia che in questo trekking ci mostrerà tutte le principali espressioni naturalistiche del territorio, dal bosco di Fragno, al bosco di Leccio e Roverella alle gravine di Puglia.

In collaborazione con le guide dell’Oasi WWF, nella giornata dell’8 dicembre, si procederà lungo un percorso che si snoda attraverso infiniti sentieri su per dolci collinette fino a un terrazzo naturale che domina il mar Ionio e continua fino a un bosco misterioso, bosco Sant’ Antuono denominato anche “Bosco delle lucciole”, che alle porte dell’estate offre uno spettacolo notturno di migliaia di lucine scintillanti per la presenza di queste meravigliose creature che con la loro suggestiva luce rendono questo luogo ancora più magico e incantevole. Un trekking semplice nel puro stile armonioso della Natura e della condivisione che volgerà al termine nel centro visite WWF con un brunch di prodotti home made per inaugurare tutti insieme le festività natalizie. Info 3471152492.

Natale a Bitonto

Nell’ambito del Natale a Bitonto, l’8 dicembre dalle 8.30 da via Solferino si parte per una cicloescursione “Bitonto e frazioni”, a cura  della a.s.d Dynamic Bike tra Bitonto, Palombaio e Mariotto. Dalle 10 in centro omaggio floreale a cura delle Re Pambanelle e in piazza Roma apertura delle feste natalizie di Mariotto.

Sabato 9 dicembre, invece, dalle 18 nella zona artigianale Mercatini, coro Gospel e Uccio De Santis & La Band Terraros: Apertura dei mercatini di Natale e degli stand con prodotti dolciari e natalizi, esibizione del coro Jubilee Gospel singers, performance di Uccio De Santis e della live band Terraross.

Il 10 dicembre, in Viale Giovanni XXIII mercato straordinario natalizio e nel pomeriggio in zona artigianale mercatini e stand natalizi – artisti di strada – Live Band Orchestra Mancina: Mercatini di Natale e stand con prodotti dolciari e natalizi, esibizione artisti di strada, casetta di babbo Natale, luci artistiche e Live band Orchestra Mancina.

Traversata del Gargano

Un Ponte dell’Immacolata alla scoperta del Parco Nazionale del Gargano, tra mare e monti, con paesaggi sempre nuovi. Appuntamento per il 9 e 10 dicembre: si parte dal mare di Mattinatella per salire, in pochi chilometri, fino a 500mt di quota attraverso paesaggi terrazzati, pascoli, oliveti, macchia mediterranea bassa e infine valli boscate con aceri e cerri.

Il percorso del primo giorno, di 15km, è molto suggestivo dal punto di vista paesaggistico e naturalistico, con una incredibile varietà di habitat diversi, adatto a chi ama nutrire gli occhi di bellezza e il corpo di chilometri macinati sotto i piedi. A dare ristoro (cena, pernotto e colazione) dopo il primo giorno di cammino sarà l’accoglienza in un’antica masseria restaurata dove oggi si allevano le vacche podoliche dalle quali si ricava uno squisito caciocavallo riconosciuto presidio SlowFood.

Il secondo giorno si cammina lungo un percorso panoramico sul mare spettacolare di circa 15 km per raggiungere la perla del Gargano, Vieste con il suo Pizzomunno; qui termina la due giorni di traversata alle porte del bellissimo centro storico di origini medievali. L’itinerario si caratterizza per la sua varietà di habitat e paesaggi attraversati, racchiudendo tutte quelle che sono le caratteristiche salienti del Gargano. Info garganonatour.

La Fanoje

Si accende La fanoje, uno degli eventi più attesi del Natale Capursese. Quest’anno la “Fanoje”, che si svolge nella città di Capurso dal 7 al 9 dicembre, si accende in via Madonna del Pozzo e promette tanto divertimento, buon cibo, ottima musica e recupero delle antiche tradizioni. L’evento vedrà i suoi momenti più importanti concentrarsi nella notte del 7 dicembre, con l’accensione della grande Fanoje, accompagnata da musica e artisti di strada; il giorno dell’Immacolata, l’8 dicembre, il rito si ripeterà e ci accompagnerà fino al gran finale del 9 dicembre quando, a salire sul palco di Via Madonna del Pozzo, sarà la band salentina “Sud Sound System”.

Mostra del Presepe

Nel Castello Episcopio di Grottaglie, l’8 dicembre si apre la 44esima Mostra del Presepe. La kermesse artistico–culturale sarà visitabile fino all’ 8 gennaio 2024 permettendo ai tanti appassionati di ammirare gli straordinari presepi in ceramica provenienti dalle diverse regioni italiane. Tanta tradizione ma anche tanta innovazione – nelle forme, nelle dimensioni e nei cromatismi – nel rispetto di una profonda religiosità popolare. Info 0995620222

Natale a Torre Alemanna

Torre Alemanna

E’ Natale anche a Torre Alemanna (Borgo Libertà, Cerignola). Il primo appuntamento è sabato 9 dicembre con l’accensione dell’albero di Natale e con l’apertura del mercatino che daranno inizio a “Natale alla Torre”, che come lo scorso anno adorna il Complesso Museale di luci e colori.

L’obiettivo è quello di accogliere i visitatori con laboratori, magia, artisti di strada e musica. Si comincia, quindi, sabato 9 dicembre a partire dalle ore 18.00 con l’accensione del tradizionale albero, cui seguirà l’apertura del mercatino di Natale che animerà la strada di Borgo Libertà per tutto il periodo delle feste, lo spettacolo di bolle di sapone a cura di Rukola e il reading musicale “Furono baci e furono sorrisi. 10 anni di Fabrizio De André”, con Fulvio Frezza, voce recitante, Domenico Mezzina, chitarra e voce. La serata terminerà con un momento di Dj set per coinvolgere e richiamare la comunità limitrofa a conoscere il borgo e la sua Torre Alemanna. Anche Babbo Natale sarà presente durante la serata e tornerà a trovare e salutare i piccoli anche nelle giornate del 16 e 23 dicembre.

Tra torri e calette selvagge

Si va “Tra torri e calette selvagge” sabato 9 dicembre. E’ in programma, infatti, un’escursione lungo la costa monopolitana del Capitolo, camminando fra scogliere, torri e chiese rupestri. È il Capitolo che non ci si aspetta di incontrare: spiagge deserte dove si viene inebriati dall’odore intenso del timo e della posidonia, acqua cristallina, con calette e scogli a picco sul mare Adriatico.
Il trekking costiero parte da Torre Cintola, singolare torre costiera cinquecentesca.

Di là s’intraprende un antico tracciato della via Traiana che condurrà a una chiesetta in grotta, resa unica da un rosone circondato da cerchi concentrici scavati nella calcarenite. Sarà quindi la volta dei resti di Torre San Giorgio da cui si scorge in lontananza l’inconfondibile muraglione messapico di Egnazia. Passeggiando per seminativi e oliveti secolari, riprenderemo la costa e, tra una lussureggiante macchia mediterranea e orchidee selvatiche, si giungerà all’ esterno dell’Abbazia di Santo Stefano: gioiello architettonico incastonato in un promontorio tra due porti naturali, scelta dai Cavalieri di Malta quale quartier generale dell’omonimo feudo gerosolimitano.
Dopo una sosta in questo paradiso terrestre, avendo il mare a fare da bussola, si tornerà nuovamente a Torre Cintola. Info: www.cooperativaserapia.it

Natale al Faro di Torre Canne

L’arte marinara e la biologia marina si uniscono per creare addobbi natalizi unici. Domenica 10 dicembre è “Natale al faro di Torre Canne” (Fasano): una passeggiata per giovani scienziati e tutta la famiglia per raccogliere e scoprire le conchiglie più belle che diventeranno accessori per le decorazioni natalizie. Info: 3484966368

Natale a Polignano

Entra nel vivo il “Natale a Polignano. C’era una volta il Natale”. Domani, venerdì 8 dicembre, Babbo Natale arriverà in città accolto dai bambini, zampognari e dalla banda. Alle 18 dalla stazione partirà un festoso corteo che si concluderà nella sua casetta in piazza Caduti di via Fani dove, alle 20.30, la comicità incontrerà la musica in un evento ricco di ironia e tutto da ascoltare. Gaetano Tasselli e Lalaband si esibiranno in un vasto repertorio di musica italiana dagli anni ‘70 a oggi. In piazza Minerva, invece, sempre dalle 18, sarà possibile scattare fotografie insieme a Babbo Natale nella sua casetta, che resterà aperta anche il 9, il 10, 15, 16, 17 e 22 dicembre.

La kermesse porterà fino al 7 gennaio la magia del Natale nei vicoli del paese. Trenta giorni di eventi in cui si potrà assistere ad angoli accoglienti nelle viuzze, luminarie, mercatini, spettacoli e intrattenimento della tradizione in un’atmosfera magica che coinvolgerà tutta la città. Info nataleapolignano.it

Natale targato PugliArte

Tra i numerosi appuntamenti firmati PugliArte per il weekend, venerdì 8 appuntamento con “Puglia Archeo trekking alla Foresta di Mercadante – Frà Diavolo”. Un percorso volto a ri-scoprire luoghi nascosti, che raccontano di radici, di riti antichi, di un passato che è stato e che non può essere dimenticato, luoghi di straordinario impatto emotivo per i partecipanti, guidati sapientemente da PugliArte in un viaggio a ritroso nel tempo.

L’8 dicembre (e si replica domenica 10) appuntamento con l’itinerario “Bari Medievale”. Da Municipio romano a capitale d’Italia, da Emirato arabo a porta per la Terra Santa, per scoprire il periodo storico più importante della città. Venerdì 8 appuntamento anche con l’itinerario “Bari Nicolaiana con apertura speciale Chiesa di San Gregorio”.

Sabato 9 dicembre, invece, si va Ostuni con “Puglia Archeo – Trekking – Tra Culto e Grotte”.

Domenica 9 dicembre in due turni per “Taranto e il Natale: tra storie e leggende” e nella stessa giornata appuntamento con “Francavilla Fontana: la città di Filippo d’Angiò”.
Prenotazione obbligatoria via WhatsApp al 3403394708 indicando un cognome e il numero di partecipanti

Laboratori per bambini

Proseguono le iniziative per riscoprire gli antichi mestieri medievali nell’ambito del progetto Nucillium, realizzato dal Comune di Nociglia con il contributo del Consiglio Regionale della Puglia.

Per i bambini sono previsti alcuni laboratori esperienziali: in questa settimana ha preso il via il laboratorio di cartapesta e sartoria medievale che, attraverso un ciclo di lezioni laboratoriali, consente ai bambini della scuola dell’infanzia e primaria dell’Istituto Comprensivo Botrugno – Nociglia – San Cassiano, di rivivere ambienti, usi e costumi del medioevo.

Partono invece sabato 9 dicembre presso i locali comunali del Centro Diurno di Nociglia alle ore 8.30 i laboratori di falegnameria medievale, caratterizzati da cinque incontri per bambini e ragazzi dai 6 ai 13 anni. Per l’occasione i piccoli falegnami fanno un tuffo nella storia cimentandosi ad assemblare, dipingere, conoscere il legno per costruire giochi medievali. Il calendario degli incontri e il modulo di iscrizione sono presenti sul sito del Comune di Nociglia

Secret Gravina

Gravina perla millenaria della Puglia, famosa per le sue voragini, la sua storia, la sua roccia scavata, vissuta, invocata da millenni, racchiude ancora segreti, storie mai narrate. Dove la luce incontra la pietra millenaria e inamovibile, dove il buio trattiene una storia ancora da scrivere, potrai percorrere i grandi spazi e “volare” sulle sue maestose pendici seguendo passo dopo passo la storia dell’uomo che si lega a doppio filo con quello della pietra. Uno dei trekking più avventurosi e all’insegna della scoperta propone, domenica 10 dicembre, la “Secret Gravina”. Info 3471152492.

Cicloescursione

Come da tradizione, torna la consueta cicloescursione per la festività dell’Immacolata a Ceglie Messapica. L’8 dicembre prevede un itinerario tra arterie rurali che dalla collina messapica conducono all’antico abitato di Monte Castello, l’attuale Villa Castelli. Si farà tappa in due luoghi significativi dell’abitato: la Gravina, un micro ambiente con numerose essenze arboree della macchia mediterranea e il Museo civico di Villa Castelli che, situato in un’ala del Palazzo Ducale di Villa Castelli, ospita la Mostra Archeologica. Info 3337066676.

In bici dal fiume al lago

Un tour in bici dal fiume al lago. Sabato 9 dicembre l’itinerario parte dalla masseria Moschella e sale subito sulla “ripa alta” della valle dell’Ofanto, che nasconde dietro il crinale delle sue colline e dei suoi calanchi un vero gioiello nascosto: la diga Capacciotti, realizzata sbarrando la marana Capacciotti, torrentello che scende dai Monti Dauni (Ascoli Satriano) verso il Tavoliere. Il lago nel tempo è diventato un importante luogo di passaggio di uccelli migratori e sulle sue rive ospita ancora un vecchio iazzo nei cui dintorni sverna una mandria di mucche podoliche che ogni anno insieme ai suoi pastori arriva a piedi dall’Irpinia. A memoria del fatto che, dove oggi c’è l’acqua, una volta passava un antico regio tratturo della transumanza. Info 3293157647.

Natale in grotta

Un inedito e natalizio fil rouge ordito da una guida abilitata: sabato 9 dicembre a Gravina si incrocia la vita in grotta e l’architettura rupestre, la grotta del miracolo natalizio e la grotta dell’uomo comune in un intreccio di fede, civiltà contadina e significati alla ricerca della natività. L’itinerario esclusivo a piedi è completamente narrato. Info qui.

Le stelle di Natale “riciclate”

Con l’accensione dell’albero di Natale in Piazza Cavour alla presenza della sindaca Maria Aida Episcopo, in programma venerdì 8 dicembre alle ore 17,30, prenderanno il via le iniziative per allietare le festività natalizie promosse dall’Amministrazione comunale di Foggia. Il tradizionale appuntamento sarà accompagnato da un momento musicale curato da Suoni del Sud.
Sempre a partire dall’8 dicembre, inoltre, sarà aperto in Piazza Giordano il consueto ‘Mercatino di Natale’ che nei 12 caratteristici chioschi in legno ospiterà operatori commerciali che proporranno giocattoli e prodotti tipici legati al periodo festivo. Rimarrà aperto fino a sabato 6 gennaio, giorno dell’Epifania. Inoltre, troveranno ospitalità due grandi Stelle natalizie luminose, frutto di materiali di recupero, offerte da AMIU con lo scopo di mostrare in modo concreto i vantaggi di una corretta raccolta differenziata.

Si accende il Natale a Grottaglie

“Nchiosce” (vicoli) in festa a Grottaglie (foto Ornella Parisi)

Dall’8 dicembre, tanti gli eventi a Grottaglie per respirare la magia delle feste tra shopping natalizio, spettacoli, mostre, degustazioni e “nchiosce” allestite a festa. Mostre, performance, spettacoli, shopping natalizio e passeggiate fra i vicoli (nchiosce) del centro storico per ammirare luminarie accese e incantevoli decorazioni.

Il 10 dicembre nella giornata del “Terra Madre Day”, nella quale Slow Food festeggia ogni anno il cibo locale, per la prima volta arriva a Grottaglie in special edition “Il Mercato della Terra”. Sui banchi del Mercato della Terra, in Piazza Regina Margherita dalle ore 11 alle ore 21, si troverà cibo buono, pulito e giusto. Saranno presenti oltre 35 produttori provenienti da Puglia e Basilicata per far conoscere le loro produzioni che visitatori potranno acquistare scoprendo, al tempo stesso, tante storie di piccoli produttori che rispettano l’ambiente e la qualità delle produzioni. Non mancherà l’animazione per i più piccoli a cura dell’associazione “Grott’Art” e “Circolaboratorio Nomade”. Ingresso libero.

Natale a Celle

Le installazioni luminose lungo le piazze e le vie di pietra; il grande albero di Natale del paese davanti alla sede municipale, il presepe popolare permanente e la ‘casetta di Babbo Natale”: il piccolo paese di Celle di San Vito si ‘veste’ con gli abiti del Natale.

Articoli correlati