Input your search keywords and press Enter.

Polyxena con la testa fra le farfalle

A che punto siamo? – Dal 2008, quando fu costituita, l’associazione Polyxena è cresciuta molto. Fin dalla fondazione, grazie al Bando “Principi attivi – Giovani idee per una Puglia Migliore, l’associazione costituita da giovani talentuosi ha strutturato le attività nei settori dell’educazione ambientale, ecoturismo e ricerca scientifica. Il cuore delle attività di Polyxena è costituito dalla Casa delle farfalle, una struttura in cui farfalle volano liberamente e possono essere osservate. La forza del progetto è quella di non aver optato per specie tropicali, ma aver riprodotto un ambiente mediterraneo in modo da poter ospitare le specie presenti nel nostro territorio. Principalmente le loro attività sono incentrate sulle farfalle.

Partenariati – Dal 2011 l’associazione Polyxena è partner per l’Italia per la Butterfly Conservation Europe, il network europeo per la salvaguardia delle farfalle e dei loro habitat, fondato dal documentarista inglese David Attenborough. L’anno scorso in Olanda, in occasione del III Simposio europeo della BCE, ha presentato i lavori sul coinvolgimento pubblico dei cittadini nella ricerca scientifica e il primo esperimento, la casa delle farfalle autoctone.

La sensibilità ambientale – Le proposte di Educazione ambientale per le scuole trovano sempre un entusiastico riscontro sia negli insegnanti sia negli studenti. Numerosi sono anche i turisti che vogliono visitare la Riserva Naturale dei Laghi di Conversano, a cui l’associazione propone il servizio Guida. Infine Polyxena sta portando avanti con successo alcune ricerche, mirate alla salvaguardia delle farfalle. Tra le varie attività, il II corso di Butterfly Watchingper imparare a conoscere e riconoscere le farfalle. L’iniziativa, che si è da poco conclusa, ha ottenuto il patrocinio della Regione Puglia – Assessorato alla qualità del Territorio e del Comune di Conversano. Quest’anno le quote rosa sono state pari al 100%: le partecipanti provenienti da tutta la Puglia, tutte ragazze fra i 20 e i 30 anni per la maggior parte studentesse, hanno potuto così cominciare un percorso di conoscenza per addentrarsi nel curioso mondo di questi splendidi insetti.

Intanto in questo periodo i ragazzi di Polyxena sono impegnati con il “monitoraggio partecipato” alla scoperta delle numerose specie di farfalle presenti nella Riserva Naturale dei Laghi di Conversano.

Come negli anni precedenti, hanno preso parte a questo progetto di Citizen Science studenti, cittadini e semplici curiosi. Il fine è quello di promuovere in modo pratico un avvicinamento alla scienza apportando anche un beneficio alla ricerca, con lo stile informale e i caratteristici strumenti non convenzionali di comunicazione scientifica che caratterizzano le iniziative dell’associazione. In questo modo Polyxena spera di rendere più stabile il rapporto fra l’ambiente e le persone, ottenendo non solo una scienza per i cittadini ma anche una scienza con i cittadini.

Il futuro –  In cantiere c’è la terza edizione di Percorsi di biodiversità, il workshop organizzato annualmente con il Centro di Educazione Ambientale di Cisternino, sui temi della partecipazione pubblica e delle esperienze di ricerca per la tutela della natura in Puglia. Una giornata di studio itinerante (la prima edizione si è svolta a Conversano, la seconda a Cisternino, la terza avrà luogo probabilmente in Salento) in cui giovani ricercatori, esperti del settore, associazioni e cittadini appassionati presentano pubblicamente le esperienze condotte per la salvaguardia del territorio.

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *