Home Ambienti Policlinico green: il nuovo policlinico di Milano

Policlinico green: il nuovo policlinico di Milano

585
0
SHARE
Policlinico green a Milano
Una veduta complessiva del nuovo Policlinico a Milano

Milano avrà un nuovo policlinico green che non solo curerà a livelli di eccellenza, ma sarà aperto e disponibile a tutta la città con zone verdi, zone relax, aree per lo shopping. La consegna nel 2022

Il Nuovo Policlinico green è un ospedale proiettato nel futuro con una forte componente sociale e ambientalista. E’ stato presentato a Milano pochi giorni fa dall’architetto Stefano Boeri e dal presidente del Policlinico di Milano Marco Giachetti. Il più grande ospedale milanese diventerà il più moderno ospedale della città in pieno centro. Le innovazioni più interessanti dell’ospedale più green d’Italia? Una Galleria pedonale con servizi e attività commerciali e quella di un parco sopraelevato, che costituirà un polmone verde esteso come il Duomo di Milano.

l’ingresso del “Policlinico green”. l’opera dovrebbe essere completamente operativa nel 2022

«Quello di cui stiamo parlando – dice Marco Giachetti, presidente della Fondazione Ca’ Granda Policlinico di Milano – non è solo la costruzione di un ospedale all’avanguardia nel centro della città, ma di un grande progetto con implicazioni su tutto il territorio cittadino da un punto di vista sociale, urbanistico, architettonico, culturale e ambientale. La storia plurisecolare del nostro ospedale si intreccia con la grande filantropia dei milanesi e dei lombardi, che ci ha permesso di accumulare un ingente patrimonio la cui gestione è la chiave per il successo di questo progetto. Una generosità che ora viene restituita alla città, grazie anche a un Fondo di Housing Sociale e al progetto di un Museo di Storia della Città».

Il progetto del policlinico green

Nel dettaglio la struttura sostenibile sarà formata da due blocchi (Blocco Nord e Blocco Sud) di 7 piani uniti da un blocco centrale di 3 piani, il tutto con accesso a due piani interrati. Il tetto del blocco centrale dell’ospedale eco-cpmpatibile è in realtà un giardino pensile di circa 6.000 mq. a 18 metri dal suolo e Stefano Boeri lo descrive così: «Il Giardino Alto costituisce una novità nel panorama internazionale delle strutture sanitarie. Seimila metri quadrati di verde, spazi di gioco, sosta e contemplazione che confermano quanto il verde e gli alberi siano coadiuvanti nelle terapie e nella qualità della degenza ospedaliera. Stiamo lavorando affinché, in coerenza con l’antico spirito della Ca’ Granda, alla cura di questo Giardino partecipino anche altre istituzioni pubbliche vicine, come la Biblioteca Sormani, il Museo dei Bambini, l’Umanitaria, il Conservatorio di Milano e l’Università degli Studi».

LEGGI ANCHE: Terremoto, la ricostruzione va avanti

Nuove strutture del policlinico di Milano convivono con l’esistente

Il corridoio verticale

Il nuovo ospedale sostenibile avrà uno spazio dedicato ai pazienti con percorsi di riabilitazione e terapia come ortoterapia, yoga, fitness, pet terapy, aree protette per i giochi dei bambini, ma sopratutto aperto al pubblico tramite un ascensore dedicato, per non dover passare dai settori ospedalieri. Il Blocco Sud sarà dedicato alla donna, alla maternità, al neonato e al bambino. Il Blocco Nord avrà una connotazione polispecialistica medica, con chirurgia generale e super specialistica in particolare per i trapianti e assistenza per malattie croniche e rare.  Nel corpo centrale saranno concentrate 21 sale operatorie, così come gli impianti e i servizi che riforniscono l’intero Ospedale; qui, nei piani sotterranei, troveranno spazio le grandi macchine della Radiologia e della Neuroradiologia, insieme al Quartiere Angiografico e alla Radiologia Interventistica. In totale si prevedono ben 900 posti letto.

Intorno alla al policlinico green rimarranno attivi alcuni degli attuali Padiglioni, tra cui il Padiglione Guardia-Accettazione e la Clinica Mangiagalli, dove si concentreranno tra le altre cose le attività di day hospital e di day surgery, insieme al Centro per la Procreazione Medicalmente Assistita e a diverse attività ambulatoriali, portando la Clinica a diventare un vero e proprio ospedale diurno. Sotto l’intera struttura dell’ospedale sostenibile ci sarà un parcheggio da 700 posti auto, sia per i dipendenti, sia per i visitatori e i pazienti.

Attenzione all’ambiente

Il progetto parte da un concetto di apertura e condivisione con l’intera città. L’idea concretizzata nel Blocco centrale a piano terra vede una piazza coperta, una vera e propria Galleria pedonale con negozi e servizi, ma anche un’area espositiva che potrà essere dedicata a mostre, convegni e a iniziative rivolte al pubblico.

Inizio dei lavori del policlinico green

Gli scavi sono partiti ufficialmente nel marzo 2016. In particolare sono in fase avanzata gli scavi di bonifica, che hanno già raggiunto la profondità di circa 2,5 metri. Le operazioni si sono svolte sotto la costante supervisione di un addetto alla ricerca di eventuali residuati bellici, e di un archeologo della Sovrintendenza ai Beni Culturali. Ogni giorno escono dal cantiere del Policlinico 30 camion di terra, ciascuno del peso di circa 300 quintali, pari a circa 900 tonnellate complessive. Il tutto, utilizzando percorsi studiati per non interferire con la normale viabilità, e usando speciali accorgimenti per evitare si sollevino polveri. Per garantire la salubrità degli ambienti, e in aggiunta al monitoraggio di Arpa, il Policlinico sta portando avanti un monitoraggio ambientale (su qualità dell’aria e livelli di rumore) con la propria Medicina del Lavoro, sia sugli spazi aperti che su quelli interni all’Ospedale.

Housing sociale per il nuovo Policlinico

Per la realizzazione di questa grande opera  il costo stimato è di 266 milioni di euro. Di questi, 36 milioni provengono da un finanziamento del Ministero della Salute, e 30 milioni da Regione Lombardia come contributo straordinario per la sua realizzazione. I restanti 200 milioni, invece, provengono tutti da risorse interne all’Ospedale: in particolare, dalla costituzione di un Fondo di Social Housing.

policlinico green a Milano
Il giardino pensile del Policlinico di Milano progettato dall’architetto Stefano Boeri

Il cronoprogramma

Il progetto esecutivo, e l’inizio della relativa gara pubblica, sono attesi entro dicembre 2017. Dopo il tempo tecnico di circa 3 mesi, è attesa per marzo 2018 l’apertura delle offerte e per giugno 2018 l’aggiudicazione della gara d’appalto. Questo dovrebbe portare alla posa della prima pietra entro novembre 2018, alla realizzazione della nuova struttura entro il 2021, e ad ottenere l’Ospedale completamente arredato e funzionante entro il 2022. Un impresa ambiziosa  che darà una marcia in più alla già efficiente sanità lombarda. Questo è il nostro augurio.

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

LEAVE A REPLY