Input your search keywords and press Enter.

Pneumatici: rivisto il contributo salva-ambiente

Più chiara l’indicazione del contributo ambientale per i pneumatici. Tutti i cittadini che acquisteranno un prodotto delle sei aziende socie di Ecopneus – Bridgestone, Continental, Goodyear-Dunlop, Marangoni, Michelin, Pirelli – vedranno, infatti, indicato in modo chiaro e trasparente in fattura (o sullo scontrino fiscale) il contributo ambientale che copre i costi di gestione e recupero dei pneumatici fuori uso (PFU). Fino ad oggi questo costo era normalmente inserito nel prezzo del servizio di sostituzione del pneumatico, ma non vi era l’obbligatorietà di segnalarlo in maniera visibile. Con la nuova disposizione normativa (DM n. 82/2011) viene dunque ad essere riorganizzato il sistema di trasparenza per il contributo ambientale, i cui proventi andranno a coprire i costi per la raccolta, il trattamento e il recupero dei materiali. Intanto le principali aziende produttrici o importatrici di pneumatici in Italia hanno costituito Ecopneus, società senza fini di lucro, che si occuperà della gestione dei pneumatici fuori uso, garantendone l’adeguato smaltimento. Per saperne di più visitare il sito: www.ecopneus.it.

Print Friendly, PDF & Email