Input your search keywords and press Enter.

Petrolio, no al decreto sulle liberalizzazioni

Il sottosuolo ed i mari pugliesi non sono “serbatoi” e non si può mettere l’ambiente a rischio di inquinamento perenne. E’ per questo che contro la liberalizzazione delle trivelle la Puglia libererà tutta la propria rabbia e opposizione. Il capogruppo Pd alla Regione, Antonio Decaro, a tal proposito, commenta il decreto del governo sulle liberalizzazioni. Si tratta, in particolare, di tre articoli (il 20, 21 e 22): nel  primo si prevede di aumentare gli investimenti in infrastrutture estrattive; nel secondo si abbassano drasticamente i limiti per la trivellazione in mare, da12 a5 miglia marine; nel terzo si liberalizza la ricerca di nuovi giacimenti. «’Questi provvedimenti – sottolinea De Caro – sono in netta contrapposizione sia con la proposta di legge sul divieto di prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi, presentata alle Camere dal Consiglio regionale pugliese, sia con il disegno di legge dei senatori Pd che intende vietare nuove ricerche di idrocarburi e stabilire per legge il coinvolgimento degli Enti locali nelle procedure autorizzative».

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *