Input your search keywords and press Enter.

Pescatore responsabile, pescatore sostenibile

Il  comune di Bellaria Igea Marina (RN) sarà laboratorio per testare la gamma di servizi ambientali che la pesca può offrire, per la difesa e la salvaguardia del mare e delle sue risorse. È l’obiettivo del progetto Pescatore responsabile, pescatore sostenibile, finanziato dal programma Guardiani del mare della Commissione Pesca dell’Unione europea.

Capofila del progetto è il Comune di Bellaria, in partnership tra gli altri con l’Arpa EmiliaRomagna e Legacoop. Esso sarà avviato entro l’estate e prevede diverse iniziative come la conversione di una barca da pesca in natante equipaggiato per la raccolta dei rifiuti marini; attività di ricerca e studio, di campionamento e analisi delle acque e la promozione della pesca turistica.

L’associazione Lega Pesca punta su questo progetto «per valorizzare i mille volti del mestiere del pescatore, che si candida ad essere non solo guardiano del mare, ma anche guida del turismo blu, portabandiera della enogastronomia ittica made in Italy, oltre che educatore ambientale ed alimentare, come alleato della nostra salute».

Lega Pesca si auspica di attivare un fattivo confronto con il ministero dell’Ambiente, per valorizzare appieno la pesca come presidio ambientale di interesse pubblico collettivo.

Il progetto pilota di Rimini amplia l’azione intrapresa da Lega Pesca per il coinvolgimento e la valorizzazione delle imprese ittiche nello svolgimento di servizi ambientali: un’azione che attualmente prevede, in Adriatico, anche l’utilizzo dei pescherecci dello strascico per il recupero di rifiuti marini.

[fonte: ANSA]

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *