Input your search keywords and press Enter.

Pesca: per WWF manca gestione

Resta deluso il WWF difronte alle decisioni prese dall’ICCAT, la Commissione Internazionale per la Conservazione dei Tonni dell’Atlantico e del Mediterraneo, riunitasi in questi giorni ad Istanbul. Secondo l’associazione ambientalista le misure sono del tutto inadeguate per migliorare la gestione della pesca del tonno rosso e del pesce spada in Mediterraneo. Il WWF dichiara che ora è  ancora più urgente fare dei passi avanti adeguati allo status di inefficienza della gestione della pesca di queste specie. «Per il Tonno rosso si è deciso di adottare una documentazione elettronica stringente per registrare le catture – spiega Marco Costantini, responsabile del Programma Mare del WWF Italia -. Tuttavia, sebbene tale documentazione elettronica rappresenti un passo avanti importante e positivo per il monitoraggio dello sforzo di pesca e per la tutela dello stock, risulta evidente che se non si compie una valutazione approfondita e affidabile di tutti i trasferimenti di tonno rosso che avvengono dai pescherecci agli allevamenti, essa risulterà inefficace». Il WWF sperava, poi, di vedere adottato il primo piano di gestione della pesca del Pesce spada in Mediterraneo. É stata, invece, stabilita solo la nuova dimensione minima per la cattura, pari a 90 cm, che serve solo a evidenziare quanti pesci troppo giovani siano stati pescati fino a oggi.

Print Friendly, PDF & Email