Pesca di frodo, sequestrati 2.200 ricci

Sono stati subito rigettati a mare, in quanto la legge regionale ne vieta qualsiasi pesca. Sanzionati i 6 pescatori di frodo

 

Durante alcuni controlli mirati al contrasto della pesca di frodo e alla commercializzazione di specie ittica vietata, I finanzieri di Taranto hanno sequestrato complessivamente circa 2.200 ricci di mare, che corrispondono a circa 150 kg, raccolti da 6 pescatori di frodo, in violazione della vigente normativa regionale che ne vieta la raccolta a qualsiasi titolo.

I ricci sarebbero stati venduti molto probabilmente al mercato nero. Dopo il sequestro, i ricci, ancora vivi, sono stati rigettati in mare per consentirne la ripopolazione.

Articoli correlati