Input your search keywords and press Enter.

Patrimoni dell’Umanità a rischio

Siti Unesco sotto scacco dell’eccessivo sviluppo urbanistico e dell’abusivismo. A segnare il fenomeno è Legambiente, che riporta in un dossier come dei quarantacinque siti Unesco italiani oltre la metà (23) sia caduta in uno stato di degrato. L’abusivismo edilizio è tra le prime cause: proprio in questi giorni nel territorio siracusano sono state sequestrate ventidue villette residenziali dalla Guardia di Finanza della tenenza di Noto, in provincia di Siracusa, paese che rientra nella lista dei beni patrimonio dell’umanità dell’Unesco. Precedenti simili ci sono già stati nelle liguri Cinque Terre o nella Val D’Orcia, in Toscana. Tra i principali mali che incombono sui siti Unesco italiani, oltre all’abusivismo, Legambiente segnala smog e traffico ma parla anche di emergenza crolli, rifiuti, attività illegali e scarsità di servizi.

Print Friendly, PDF & Email