Parte la campagna Mare Sicuro 2022

L’operazione della Guardia Costiera a tutela dei cittadini e del mare durante la stagione estiva

 

Come ogni anno, durante l’estate, milioni di cittadini e di turisti si apprestano ad affollare i mari, le spiagge e i grandi laghi italiani. Per permettere un’estate sicura e il rispetto del mare, la Guardia Costiera, da oltre 30 anni, lancia la campagna “Mare Sicuro”.

Dal 18 giugno fino al 18 settembre, 3000 donne e uomini, oltre 400 mezzi navali16 mezzi aerei della Guardia Costiera saranno dislocati lungo gli 8.000 km di coste del Paese, sul Lago di Garda e sul Lago Maggiore, pronti a intervenire in caso di emergenze in mare.

Proseguirà anche quest’anno l’iniziativa del “Bollino blu”, di intesa con il Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, che permetterà ai diportisti di vivere il mare più serenamente, evitando una duplicazione dei controlli in materia di sicurezza delle unità da diporto; attività svolta dalle organizzazioni dello Stato operanti sul mare sotto il coordinamento della Guardia Costiera. Nel 2021, sono stati oltre 5250 i bollini blu rilasciati.

Con l’operazione Mare Sicuro sarà incrementata, inoltre, l’attività ispettiva della Guardia Costiera sulle porzioni di pubblico demanio marittimo illecitamente occupate. Un’attività che ha portato, nella scorsa stagione estiva, a restituire alla libera fruizione dei cittadini aree per oltre 290.000 metri quadrati, pari a più di 40 campi da calcio.

Oltre 2700 persone tra diportisti e bagnanti sono state soccorse dalla Guardia costiera lo scorso anno. La maggior parte delle emergenze in mare è correlata a situazioni di pericolo prevedibili ed evitabili (avarie al motore e avverse condizioni meteo marine). La Guardia Costiera, per tale motivo, affianca all’attività operativa quelle d’informazione e prevenzione, che giocano un ruolo chiave nell’accrescere la sicurezza di tutti coloro che vanno per mare, evitando comportamenti potenzialmente pericolosi per sé e per gli altri, per l’habitat marino e per le specie che lo popolano.

In caso di emergenze in mare, c’è il numero 1530, attivo tutti i giorni 24h su 24h, che consentirà di contattare tempestivamente la Guardia Costiera e fornire soccorso e assistenza in qualsiasi situazione.

A questo numero, si aggiunge il Numero unico delle emergenze – 112, ad oggi già attivo per le emergenze in mare in numerose Regioni.

Articoli correlati