Input your search keywords and press Enter.

Parco Nazionale del Cilento: quando la natura è davvero regina

Sono, purtroppo, ancora pochi quelli che conoscono il Parco Nazionale del Cilento. Eppure questa è una terra che, pur se inesplorata da molti,  vanta fantastiche meraviglie da lasciare senza parole anche il turista e il naturalista  più esperti. Una terra fatta di grotte, oasi naturali, colline e una costiera mozzafiato che offre mille opportunità per vacanze all’insegna del relax e dell’amore per la natura. Il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano è il secondo parco in Italia per dimensioni e si estende dalla costa tirrenica fino ai piedi dell’appennino campano-lucano. Alle straordinarie emergenze naturalistiche, dovute alla notevole eterogeneità del territorio, si affiancano il carattere mitico e misterioso di una terra ricca di storia e cultura. Camminando lungo gli antichi itinerari che conducono ai luoghi più suggestivi del parco, tra panorami e paesaggi che spaziano dal mare, alla collina e alla montagna, la natura incontaminata di quest’area protetta incanta e seduce i turisti più disparati, dalle famiglie con bambini ad escursionisti esperti.

Le grotte del Bussento e Morigerati sono oasi WWF, inserite nella lista mondiale dei Geoparchi

Fra i luoghi di maggiori interesse naturalistico spiccano le grotte del Bussento di Morigerati, oasi wwf e spettacolo unico della natura. Scopriamo che l’oasi è un “geosito”, inserito nella lista mondiale dei Geoparchi. Il percorso per raggiungere le grotte è segnato da un sentiero che si snoda dal centro storico del paesino di Morigerati e prosegue affiancando un ruscello con sorgenti, cascate, un antico mulino fino alla grotta dove si assiste alla risorgenza del fiume carsico Bussento. L’ambiente ipogeo è suggestivo, costituito da canyon, gole e valli fluviali che danno vita ad una vegetazione lussureggiante costituita da muschi (qui è presente la percentuale più alta in Europa), felci, ontani e salici e un bosco più a nord di macchia mediterranea composta da lecci e roverelle.

Gli scenari sono spettacolari, qui la “biodiversità” si intreccia intimamente con la “geodiversità” del territorio. Nelle acque limpide del fiume è possibile avvistare trote, gamberi di fiume, granchi e si possono individuare i segni del passaggio della lontra. Nel bosco di leccio si possono incontrare invece le tracce di mammiferi altrettanto elusivi quali istrice, gatto selvatico, lupo. L’oasi è dotata di un centro visite ben gestito dai volontari del Wwf che si occupano di accogliere e guidare scolaresche e turisti.

Nell'oasi WWF delle grotte di Bussento e Morigerati è presente la più alta percentuale di muschi d'Europa

E, insieme all’oasi di Morigerati, un bell’esempio di natura rispettata dall’uomo, malgrado la sua presenza, è quello delle  Gole del Calore in località Felitto, luogo privilegiato per il rafting e le escursioni in canoa.  Le Gole del Calore hanno una vasta risonanza, per il verde impenetrabile del bosco, la millenaria foggiatura della bianchissima roccia calcarea e le numerose specie faunistiche che hanno attirato l’attenzione di molti studiosi, turisti e ricercatori di tutta Europa. Il fiume Calore, lungo 62 km, nasce dal monte Cervati e attraversa cinque gole di straordinaria bellezza paesaggistica e di notevole interesse naturalistico. La gola situata in loco di Felitto è visitabile con sentieri di terkking e percorsi fluviali di canoa. La lontra è l’assoluta regina delle acque limpide, la sterminata flora che sovrasta il fiume è ricca di proprietà officinali, è probabile che il nome “Felitto” derivi da “felci” molto abbondanti nel sottobosco. E’ uno spettacolo di rara bellezza quello che si apre ai nostri occhi: ambienti assolutamente incontaminati, quasi selvaggi dove il suono delle acque fa da sottofondo ai richiami degli uccelli. Un luogo che rappresenta un naturale bird-wacthing, un luogo che merita di essere vissuto con intensità.

Le Gole del Calore attirano escursionisti e amanti del trekking

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *