Input your search keywords and press Enter.

Parco della Murgia: il CFS impegnato nella difesa dal bracconaggio

Gli uomini del Corpo Forestale dello Stato di Gravina in Puglia continuano la loro opera di difesa delle specie protette con l’attuazione di costanti operazioni antibracconaggio.

Durante una delle ultime ricognizioni del territorio murgiano, è stato rinvenuto e posto sotto sequestro un richiamo acustico a meccanismo elettromagnetico. L’apparecchiatura, nascosta dentro una bombola di gas artefatta, è stata localizzata in località Pantano, luogo impraticabile per gli automezzi ed accessibile esclusivamente a piedi.

L’impiego dei richiami acustici elettromagnetici e l’esercizio della caccia all’interno dei Parchi nazionali sono vietati dalla Legge n. 157/1992 e dalla Legge n.394/1991, i trasgressori sono puniti a norma di legge con l’arresto fino a 6 mesi e ammenda da € 464,00 a € 1.549,00, oltre a provvedimenti accessori quali la sospensione della licenza di porto di fucile per uso caccia fino a tre anni.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *