Parco Costa Ripagnola, finalmente l’approvazione

costa ripagnola
Il Parco di Costa Ripagnola con i suoi 550 ettari terrestri e 2mila e 500 marini, ricadenti nel territorio di Polignano e in piccola parte in quello di Monopoli, rappresenterà una grande occasione di sviluppo ecosostenibile

Dopo 20 anni di attesa il Consiglio regionale approva l’istituzione dei Parchi Costa Ripagnola e Mar Piccolo. Le dichiarazioni di Emiliano e Pisicchio

“Abbiamo appena approvato la legge che istituisce il Parco di Costa Ripagnola. Una cosa alla quale tenevano tutti moltissimo ed io in modo particolare. Siamo riusciti a trovare un buon equilibrio tra la Regione Puglia e i Comuni interessati. Abbiamo tutelato uno degli scorci più belli della Puglia e sono felice. Ringrazio coloro che ci hanno sostenuto, tutti i movimenti che hanno dato la forza alla mia amministrazione di andare dritto fino in fondo nell’ultima seduta del Consiglio. Quindi un augurio a tutta la Puglia, in particolare alla città di Polignano a Mare, per avere finalmente istituito questo parco dopo 20 anni di attesa. Oggi abbiamo anche istituito il Parco del Mar Piccolo a Taranto che costituisce un elemento di tutela di una città che ha bisogno di salute, di verde, di mare pulito, perché in questo modo potrà avere il suo futuro turistico e ambientale”. Lo dichiara il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano commentando il voto favorevole del Consiglio Regionale all’istituzione dei parchi di Costa Ripagnola e del Mar Piccolo.

“Con la contestuale istituzione del Parco Di Costa Ripagnola e del Parco del Mar Piccolo – dichiara l’assessore regionale alla Pianificazione Territoriale Alfonso Pisicchio – la Regione Puglia dimostra la sua attenzione ai temi dell’ambiente e del paesaggio. Chiudiamo questa decima legislatura regionale con un doppio risultato portando a 20 il numero delle aree regionali protette in base alla legge n. 19/1997. Ora ci auguriamo delle gestioni condivise e chiare con gli enti locali interessati per non disperdere questo lungo lavoro legislativo, che ha recepito le legittime istanze di territori, comitati e associazioni, e reso possibile grazie alla professionalità e dedizione di tutti i dirigenti e funzionari regionali interessati”.

Il Parco di Costa Ripagnola con i suoi 550 ettari terrestri e 2mila e 500 marini, ricadenti nel territorio di Polignano e in piccola parte in quello di Monopoli, “rappresenterà una grande occasione di sviluppo ecosostenibile – continua Pisicchio – non solo per la Città Metropolitana di Bari, ma per tutta la Puglia. Si tratta di un’area di rilevante valore paesaggistico e naturalistico nonché di grande interesse dal punto di vista speleologico, sulla quale abbiamo sancito a chiare lettere un principio cardine della nostra visione: questa amministrazione regionale tutela le sue bellezze naturalistiche e paesaggistiche”.

LEGGI ANCHE: Parco Nazionale Costa Ripagnola: approvato il disegno di legge

parco Mar Piccolo
l’area su cui sorgerà il Parco del Mar Piccolo

Il l Parco del Mar Piccolo, ricadente nei Comuni di Carosino, Fragagnano, Grottaglie, Monteiasi, San Giorgio Jonico, Statte e Taranto ha una superficie di 6mila ettari ricchissimi di habitat naturale e di fauna. Al suo interno c’è anche l’importante sito archeologico di Palude La Vela. “Questo parco può rappresentare un volàno per la crescita green dell’intera provincia di Taranto – conclude Pisicchio – , dimostrando che anche qui possono, anzi devono esserci, le basi per un rilancio ambientale”.

LEGGI ANCHE: Il Parco del Mar Piccolo che piace a tutti

Articoli correlati