Home Ambiente Parco Alta Murgia: manca poco al convegno “La natura vive nei Parchi”

Parco Alta Murgia: manca poco al convegno “La natura vive nei Parchi”

312
0
SHARE
Parco Alta Murgia

Parco Alta Murgia: il 30 novembre e il primo dicembre avrà luogo il convegno “La Natura vive nei Parchi: conservazione e gestione a confronto”.

Parco Alta Murgia: i preparativi del convegno “La Natura vive nei Parchi: conservazione e gestione a confronto”, che si svolgerà il 30 novembre e il 1 dicembre 2017 presso il Museo Civico Ettore Pomarici-Santomasi a Gravina in Puglia, sono ormai quasi finiti. Da ieri sono infatti ufficialmente chiuse le iscrizioni per la Call for Papers, e il programma ufficiale sarà comunicato entro il 24 novembre.

La Call for Papers ha visto la partecipazione di numerosi autori provenienti da diverse regioni italiane, in primis Puglia, e a seguire Basilicata, Calabria e Toscana. Gli abstract ricevuti sono stati oltre 50, tutti coerenti con le tematiche richieste dal comitato scientifico focalizzate sul ruolo delle connessioni ecologiche (conservazione e gestione delle specie faunistiche collegate), sulla conservazione della fauna e relazione con le attività antropiche, e infine sull’importanza della conservazione e gestione degli habitat puntiformi nella Regione Mediterranea.

I contributi sotto forma di abstract saranno valutati dal comitato scientifico, che selezionerà gli elaborati da presentare al convegno.  Nella scelta si terrà conto dei criteri di pertinenza, chiarezza della descrizione, coerenza rispetto agli obiettivi del convegno, replicabilità dell’esperienza e impatto scientifico dei risultati. Entro il 20 novembre 2017, a seguito della valutazione dei lavori, gli autori saranno informati sui lavori prescelti che saranno poi presentati durante il convegno. Il programma definitivo del convegno sarà poi presentato in occasione della Conferenza stampa che si terrà il 24 novembre 2017 alle ore 10:30 presso la Sala Stampa Presidenza della Regione Puglia. Maggiori informazioni possono essere reperite a questo link.

Parco Alta Murgia: il lupo è protagonista

Gli autori hanno approfondito le principali tematiche, dando risalto alla figura del lupo e alle criticità legate a questa specie, considerata l’elevata presenza del lupo nel territorio regionale. Questa presenza è registrata e monitorata nelle aree protette nazionali e in parte in quelle regionali, e porta con sé una necessaria riflessione su temi quali i danni della predazione, i sistemi di prevenzione coi cani da guardiania e i dati dei radiocollari per le connessioni ecologiche. Il convegno sarà pertanto anche l’occasione per presentare, durante una tavola rotonda, un protocollo operativo che descrive la procedura da intraprendere nel caso di ritrovamento di una carcassa di lupo nel territorio pugliese.

Il “lupo in tutte le sue forme, collocazioni spazio-temporali e culture”, sarà anche protagonista del contest artistico che ha visto l’iscrizione di circa 20 lavori che saranno premiati il 2 dicembre presso il Centro Visite Torre dei Guardiani.

Il comitato scientifico del Parco Alta Murgia valuterà anche contributi scientifici relativi a cinghiale, rettili e anfibi presenti sia in ambienti palustri che nelle steppe. Molta atenzione sarà inoltre dedicata al Falco grillaio, la specie avifaunistica più indagata dell’Alta Murgia. La sensibilità di alcuni lavori è infine rivolta anche alla sostenibilità e all’ambiente. Non mancano, infatti, contributi relativi agli habitat più delicati e sfruttati turisticamente, alle pareti rocciose ed ai problemi di nidificazione.

Leggi anche: Parco Nazionale dell’Alta Murgia: convegno su gestione dei Parchi
Parco Alta Murgia
Genuario Belmonte, Professore di zoologia presso l’Università di Lecce

I lavori che saranno presentati durante il convegno cercano di rispondere ai problemi di tutela dell’ambiente connessi allo sviluppo della civiltà umana. Tale scelta è in linea con le posizioni di Genuario Belmonte, Professore di zoologia presso l’Università di Lecce, nonchè relatore in occasione dell’evento.

“L’uomo che vive in natura – sostiene Belmonte – tende ad elevare la biodiversità dei luoghi, interrompendo distese monospecifiche di alberi con campi coltivati o radure erbose, disponendo di tecnologie di base alleva i suoi animali in aree a loro altrimenti ostili, potenziando le raccolte d’acqua nei periodi siccitosi consente la presenza di specie acquatiche e la possibilità di abbeveraggio a quelle selvatiche terrestri. Da questo punto di vista, il Parco Nazionale dell’Alta Murgia rappresenta un caso emblematico. La Natura non deve continuare ad essere protetta, e dunque esclusa, da noi. Al contrario, noi dobbiamo elaborare sempre nuove soluzioni di convivenza per la sopravvivenza non tanto della Natura, ma di noi stessi”.

Summary
Parco Alta Murgia: manca poco al convegno "La natura vive nei Parchi"
Article Name
Parco Alta Murgia: manca poco al convegno "La natura vive nei Parchi"
Description
Parco Alta Murgia: il 30 novembre e il primo dicembre avrà luogo il convegno "La Natura vive nei Parchi: conservazione e gestione a confronto”.
Author
Publisher Name
Ambient&Ambienti
Print Friendly, PDF & Email

LEAVE A REPLY