Otranto, tra il blu del mare e il verde dei parchi

Tavola rotonda “Parchi: tra tutela e sviluppo”, organizzato dal Comune di Otranto e dal Club Unesco, insieme ad Ambient&Ambienti il 7 agosto 2015

Il Club Unesco,con la collaborazione del comune di Otranto, ha organizzato una serie di incontri che si terranno, anche quest’anno, ad agosto in Piazza di Torre Alfonsina,  uno scenario unico per dibattere di argomenti unici ed avvincenti e che rappresentano le sfide per il futuro.

La “Settimana della cultura” del Club Unesco, fortemente voluta dal Sindaco Luciano Cariddi, uno fra gli eventi fissi dell’estate idruntina, si colora di verde il prossimo 7 agosto (ore 19,30) con una tavola rotonda organizzata con il web magazine Ambient&Ambienti e che verterà sulle tematiche associate ai parchi e alla loro gestione, guardando con attenzione a modelli imprenditoriali che ne garantiscano non solo la sopravvivenza, ma soprattutto la generazione di scenari che creino sviluppo ed occupazione all’interno di un percorso di sostenibilità.

Una sfida difficile ma possibile. Un incontro nel quale ascoltare esperienze, aspettative, proposte che guardino al futuro con protagonisti eccezionali impegnati sul fronte caldo della politica, della ricerca, della gestione del territorio: Annalisa Calcagno Maniglio (Preside della Facoltà di Architettura dell’Università di Genova),  Annamaria Curcuruto (Assessore all’Assetto del Territorio della Regione Puglia), Raffaele De Santis (Presidente Federalberghi della Provincia di Lecce), Fabio Modesti (Direttore del Parco Nazionale dell’Alta Murgia), Nicola Panico  (Presidente del Parco Regionale Otranto-Leuca e Bosco di Tricase), Stefano Pecorella (Presidente del Parco Nazionale del Gargano). Parteciperà l’on. Nuccio Altieri (membro della Commissione Cultura della Camera e Presidente UNESCO Sud Italia). A condurre sarà Lucia Schinzano, direttore del web magazine Ambient&Ambienti.

La Tavola rotonda sarà preceduta dal saluto di Luciano Cariddi, Sindaco di Otranto,  e dalla presentazione del libro Bonifica e Riforma – una testimonianza vissuta di Leonardo Branco, il tecnico che ha diretto la riforma fondiaria – presente anche un contributo del direttore scientifico di Ambient&Ambienti, Tommaso Farenga) con interventi che hanno tracciato il futuro turistico salentino: un’occasione per discutere della naturalità del passato, della povertà, della bonifica e dello sviluppo turistico nella salvaguardia dei valori ambientali che la tavola rotonda approfondirà in tutti i suoi aspetti.

Articoli correlati