Ostuni, il 5 dicembre inaugurazione dell’albero di Natale all’uncinetto più alto d’Italia

L' albero di Natale all’uncinetto più alto d’Italia

C’è grande attesa per ammirare l’opera realizzata grazie all’iniziativa lanciata dalle associazioni “Il filo di Arianna” e “Le Radici del Sud”

A Ostuni, in Puglia, sarà Guinness World Record con l’albero di Natale fatto tutto a mano. Alto almeno 12 metri, con oltre 4.000 piastrelle colorate, illuminate dall’interno. Sarà inaugurato domenica 5 dicembre, alle ore 19:30, in piazza Italia. Per tre mesi centinaia di mani esperte (nonne dai 70 ai 95 anni) hanno lavorato interrottamente per produrre le piastrelle colorate di lana che sono servite per realizzare l’albero. Per le festività natalizie la Città Bianca si prepara quindi ad accogliere l’originale istallazione, realizzata grazie all’iniziativa lanciata dalle associazioni “Il filo di Arianna” e “Le Radici del Sud”, con il patrocinio del Comune di Ostuni.

ostuni albero
Il gruppo di amanti dell’uncinetto al lavoro

Nella sede del centro ricreativo per anziani “Il filo di Arianna”, con tutte le precauzioni imposte dalle misure di contenimento del Covid-19, un gruppo di donne del paese hanno intrecciato laboriosamente le dita delle mani sotto la guida di Michele Conenna, volto noto televisivo, alla guida artistica di diverse associazioni: «In città nascono cose belle, con la solidarietà del paese e di tutta la Puglia – racconta Conenna – Come questo albero, fatto di amore, condivisione e passione. Vogliamo trasmettere il messaggio che l’uncinetto non è destinato solo alle nonne, ma è un’attività che si può svolgere al di fuori delle mura domestiche e che può coinvolgere anche gli uomini e i giovani in generale, creando un ponte generazionale. Io per primo ho imparato in questa occasione a usare l’uncinetto e ne sono molto orgoglioso».

La Puglia da raccontare, “Il filo di Arianna”

“Il filo di Arianna” è un centro ricreativo per anziani nato con lo scopo di tramandare le tradizioni e promuovere il territorio, attraverso la valorizzazione della manualità e della musica popolare. Il gruppo di amanti dell’uncinetto ha dunque tra i suoi obiettivi, anzitutto quello di valorizzare l’arte della tecnica di lavorazione dei filati, sfatando quel luogo comune che la identifica come un’attività strettamente legata all’opera individuale femminile. La volontà di diffondere quest’ arte si coniuga inoltre al desiderio di valorizzare il territorio, attraverso creazioni che permettano di dare risalto e identificazione ai luoghi. In questo modo si offre l’opportunità a italiani e stranieri di venire a contatto con realtà che fanno oramai parte dei ricordi di infanzia. Installazioni come queste hanno quindi l’obiettivo di dare un’identificazione a un determinato spazio, tramandando il passato.  Saranno quei quadratini fatti a mano, fatti di amore e passione, a comporre il simbolo del Natale per eccellenza.

il laboratorio nel centro ricreativo “Il filo di Arianna”

Michele Conenna e le previsioni meteo su Ostuni per Natale

Ecco l’ultimo post pubblicato sui social da Michele Conenna, un punto di riferimento per tutto il Sud Italia grazie ai servizi meteo che offre quotidianamente sulla TV locale Telenorba e sui vari siti di informazione meteorologica: «Siamo arrivati quasi alla fine. Ci mancano pochissimi dettagli e tutto sarà pronto a breve, brevissimo. Il 5 dicembre, ad #Ostuni, ammireremo e inaugureremo l’albero all’uncinetto, l’albero della condivisione, dell’unione, della passione. Centinaia di mani esperte, aghi, fili, lana. Un’esplosione di colori pronta a stupirvi. Siamo stanchi, ma non vediamo l’ora ».

Nativo di OSTUNI, tecnico meteorologo iscritto all’albo DEKRA, esercita la professione di meteorologo da circa 10 anni e  fin da bambino ha avuto la passione per questa materia affascinante che regala emozione tutti i giorni, tra temporali, nevicate e fenomeni estremi. Ovviamente, il fenomeno preferito è la neve, così difficile da prevedere ma allo stesso tempo emozionante.

il post di Michele Conenna su Facebook

La domanda nasce spontanea. Quali le previsioni meteo su Ostuni durante il periodo natalizio? «Sole ad alta quota, data l’altezza dell’albero e il clima di gioia che si sta diffondendo tra gli abitanti – ci racconta col sorriso Michele – In queste ultime ore la catena della solidarietà e della collaborazione è un fenomeno meteorologico che sta interessando tutto il territorio pugliese: da Vieste, da Bari, da Minervino Murge, da Lecce, ci stanno inviando altre mattonelle realizzate in casa per contribuire a far crescere il nostro albero. Un gesto importante, ringrazio tutti per aver creduto nel mio sogno, nato due anni fa. Ridare al Natale un valore artigianale e autentico, fuori da schemi commerciali, un Natale fatto a mano, come le cose buone di una volta».

Ci sono storie che meritano di essere raccontate, questa è una di quelle. É stata segnalata alla redazione della rubrica del Tg2 “Tutto il bello che c’è”, una raccolta di storie vere e positive raccontate dalle persone, a dimostrazione che nella vita succedono anche tante cose belle, che sono poi quelle che fanno girare il mondo.

Articoli correlati