Input your search keywords and press Enter.

Orifici (Sigea): sì al fascicolo del fabbricato e a nuove materie a scuola

Abbiamo raggiunto Michele Orifici, componente del Consiglio Direttivo Sigea (Società italiana geologia ambientale) e coordinatore del gruppo Protezione Civile nel precedente Consiglio Nazionale dei Geologi, per una sua valutazione sulla situazione italiana all’indomani del sisma che ha devastato il centro Italia e che porta con sè il tragico bilancio di 249 vittime. Sotto la lente d’ingrandimento dell’esperto, la necessità ormai inderogabile di dare corpo al fascicolo del fabbricato  e la richiesta di inserire nei programmi scolastici l’insegnamento di “Geologia, Ambiente e Protezione Civile”. Ecco la sua dichiarazione.

Foto Vincenzo Livieri - LaPresse

Foto Vincenzo Livieri – LaPresse

«Ancora una volta l’Italia è drammaticamente devastata da un terremoto. Macerie e vittime, troppe, più di 500 negli ultimi quindici anni.

Ancora una volta un terremoto ha messo a nudo le vulnerabilità, troppe, del patrimonio edilizio e di quello infrastrutturale della nostra penisola.

Ancora una volta emerge l’insufficiente investimento in prevenzione dai rischi geologici. Da qualche anno si è incominciato ad investire in questa direzione, è evidente però che la miopia della politica è durata in passato fin troppi anni e serviranno ancora decenni per assicurare ad ogni cittadino case sicure, strade sicure, ponti sicuri ma anche “consapevolezza del rischio”. Poter convivere in sicurezza con un evento naturale è un sacrosanto diritto di ogni cittadino.

Oggi occorre, una volta per tutta, prendere coscienza di una necessaria accelerazione delle azioni da intraprendere per mettere in sicurezza il nostro territorio. Occorre avviare misure rigide e veloci che oltre alle iniziative già avviate (Legge “Abruzzo” – Finanziamenti adeguamenti sismici edilizia pubblica e privata, microzonazione sismica, Analisi delle Condizioni Limite per L’emergenza sugli edifici e infrastrutture strategici) assicurino l’istituzione del Fascicolo del fabbricato, l’inserimento in ogni scuola di ordine e grado della materia “Geologia, Ambiente e Protezione Civile”.

Sono fin troppi gli anni da cui si valuta la possibilità di instaurare il Fascicolo del fabbricato, strumento strategico, in particolare per gli edifici costruiti prima dell’entrata in vigore della normativa sismica, che attraverso una verifica complessiva (dal terreno di fondazione, alle condizioni strutturali, agli impianti), consentirebbe di avere la scheda anagrafica di ogni edificio consentendo ad ogni utente, in presenza di criticità, di pianificare gli interventi di adeguamento e agire per la messa in sicurezza.

Costruire una società del futuro “consapevole” ai rischi geologici. Partire dalle scuole dell’infanzia per educare i bambini alla prevenzione attraverso la conoscenza dei rischi. Conoscere i rischi per essere consapevoli e imparare a conviverci. Inserire “Geologia, Ambiente e Protezione Civile” tra le materie di ogni ordine e grado. Da anni si discute sull’argomento ritenuto da tanti fondamentale per costruire la società di domani più consapevole e migliore di quella di oggi, certamente poco attenta alle problematiche di salvaguardia del territorio. Da anni, troppi, si discute. Intanto si continuano a contare vittime.»

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *