Orgàna, la scultura che ci parla del clima

Organa scultura
Organa, la dara sculpture interattiva è ospitata nella Loggia del Grano a Mantova

Al Food&Science Festivaldi Mantova,  per la prima volta in Italia presentata una Data Sculpture Interattiva che reagisce al comportamento degli spettatori, per aiutarci a comprendere il nostro impatto sul clima del Pianeta e sull’evoluzione degli organismi viventi che lo popolano

Al Food&Science Festivalin programma a Mantova da venerdì 2 a domenica 4 ottobre c’è anche Orgàna, la scultura digitale interattiva di auroraMeccanica e Vincenzo Guarnieri (di FRAME – divagazioni scientifiche), ideata per l’occasione.
L’installazione, realizzata con la collaborazione di Sebastiano Barbieri (Visual), Simone Carella (WebApp) e Amplitudo (Sound Design) e con il contributo di Gruppo Tea,  esplora il concetto di metamorfosi, tema centrale della quarta edizione di Food&Science Festival, manifestazione promossa da Confagricoltura Mantova, ideata da FRAME – Divagazioni scientifiche e organizzata da Mantova Agricola. Nei giorni del Festival, la Loggia del Grano diventa un gigantesco acquario nel quale vive Orgàna, una meravigliosa creatura composta da organismi viventi provenienti da tutti i regni, che ci viene restituita da grandi maxi schermi connessi ad una web app, capace di determinarne i mutamenti attraverso le interazioni degli spettatori.

Quale futuro per il Pianeta?

Proprio come il nostro Pianeta, Orgàna è in continua evoluzione e trasformazione. Come diventerà in futuro? Quali esseri viventi ne faranno parte? E tra questi ci sarà ancora l’uomo?
Orgàna si inserisce nel dibattito internazionale sull’arte urbana contemporanea, ridefinendo i rapporti con lo spazio pubblico, fisico e virtuale, sperimentando un rapporto diretto con la cittadinanza. Utilizzando la relazione tra arte multimediale e intelligenza artificiale, Orgàna invita gli spettatori a esplorare possibili realtà alternative, dando loro la possibilità di visualizzare le conseguenze dell’interazione con gli organismi viventi. Un territorio tra finzione e realtà, per prendere coscienza del futuro.

Per tutto il periodo del Food&Science Festival, una web app consente a chiunque (anche in remoto) di modificare con i movimenti del proprio smartphone l’ambiente in cui vive Organa

E’ la prima volta che viene presentata in Italia una Data Sculpture Interattiva, un’installazione in grado di coinvolgere gli spettatori in un modo del tutto inedito: Orgàna è una scultura di dati vivente che reagisce al comportamento degli spettatori, i quali possono avvicinarsi a lei e decidere di entrare a far parte del suo mondo.
Per tutto il periodo del Food&Science Festival, una web app consente a chiunque (anche in remoto) di modificare con i movimenti del proprio smartphone l’ambiente in cui vive Orgàna e di alterare la sua evoluzione, nel bene o nel male.

Possiamo agire sul clima

Al confine tra arte e scienza, Orgàna è un’installazione che ha l’obiettivo di far comprendere su un piano sia emotivo che cognitivo la nostra capacità, individuale e collettiva, di interferire sul clima del Pianeta e sull’evoluzione degli organismi viventi che lo popolano.
Le dinamiche di coinvolgimento dei visitatori sono dettate dalle più recenti conoscenze scientifiche sul tema e fanno riferimento a complessi modelli energetici e climatici come quelli incorporati in En-ROADS, potente simulatore messo a punto da Climate Interactive del MIT Sloan School of Management.

Articoli correlati