Input your search keywords and press Enter.

Ordine Geologi Puglia, insediato nuovo Consiglio

Si è insediato il nuovo Consiglio dell’Ordine dei Geologi della Puglia, che ha eletto Salvatore Valletta (foto) presidente per il mandato 2013-2017. I componenti eletti nel corso delle votazioni avvenute il 18-22 luglio, rappresentano la risposta a specifiche esigenze territoriali, anagrafiche, di genere, e di particolari temi nel campo della geologia: Antonio Di Fazio (Ba) Vice Presidente, Maddalena Corvasce (BAT) Tesoriere, Tiziana De Razza (Ba) Segretario, Davide Bonora (Ta), Vincenzo D’Amico (Br), Nicola d’Amico (Fg) Michele Dibenedetto (BAT, iunior), Marinella Ieva (Ba), Domenico Impagnatiello (Fg), Giovanni Quarta (Le).

Il nuovo Consiglio, sulla base del programma elettorale condiviso, si propone di superare con decisione le difficoltà che ancora si registrano in Puglia nell’affermazione della professione del geologo. Sarà impressa una accelerazione al processo di radicamento della professione nelle decisioni politiche, nei processi amministrativi, nello sviluppo socio-economico. Inoltre, sarà intensificato il dialogo con Istituzioni ed Enti locali, Istituti di ricerca, Associazioni, altri ordini professionali, fino alla società civile.

Il presidente Valletta ricorda che «si dovrà correre insieme per una conduzione dell’Ordine dei Geologi della Puglia con un approccio metodologico e una filosofia di gestione condivisa, nell’ottica di una programmazione a lungo respiro che consenta alla categoria professionale di riappropriarsi del ruolo civile ed istituzionale che più le compete».

Il geologo fornisce un contributo determinante nella gestione del territorio: si veda ad esempio il PPTR appena adottato o  le recenti modifiche al Testo Unico Ambientale. Il lavoro del geologo è importante contro il dissesto idrogeologico, che ogni anno fa contare alluvioni o frane: l’Ordine si impegna a mutare la logica della riparazione localizzata post evento con quella della prevenzione e riqualificazione territoriale.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *