Ordigno bellico nell’ex Gasometro di Bari, in corso bonifica dell’area

Durante i lavori di riqualificazione dell’area ex Gasometro, in corso Mazzini a Bari, è stato rinvenuto un ordigno bellico di marca tedesca, risalente alla seconda guerra mondiale e sganciato durante il bombardamento del porto di Bari avvenuto il 2 dicembre 1943.

Tempestivo l’intervento degli esperti dell’11° Reggimento Genio Guastatori di Foggia, che hanno messo in sicurezza il dispositivo. L’ordigno sarà rimosso nei prossimi giorni e trasportato in un sito idoneo alla procedura di brillamento; dopo la rimozione, gli esperti dell’Esercito procederanno in via del tutto prudenziale ad una ricognizione complessiva dell’area al fine di verificare l’eventuale presenza di altri ordigni.

Dal Comune di Bari rendono noto che non sussistono pericoli per la pubblica incolumità. Per rendere più celere lo svolgimento delle operazioni di rimozione dell’ordigno, si invita la cittadinanza a non avvicinarsi all’area interessata dagli interventi.

Articoli correlati