Input your search keywords and press Enter.

Online il terzo webinar del ciclo “Obiettivo sostenibilità”

Il packaging sostenibile naviga sulla rete. Una piattaforma informativa e formativa virtuale è stata creata ad hoc con news e documenti originali per dialogare con i consumatori ma soprattutto con gli stakeholder del settore per accompagnarli verso scelte di business consapevoli. Agli utenti è offerta la possibilità di interazione, lasciando commenti e opinioni.

Su www.innovazionesostenibile.it è on line da oggi il terzo seminario web dedicato al “Packaging sostenibile” ed accedere ai contenuti dei primi due seminari, dedicati all’Assortimento Sostenibile e alla Comunicazione Sostenibile.

Si chiude, in questo modo il primo ciclo del progetto “Obiettivo Sostenibilità” organizzato da Gdoweek e Markup, in collaborazione con Henkel: un ciclo di seminari web suddivisi in moduli che si avvalgono di esperti, case history e testimonianze dal mondo del retail e del largo consumo con l’obiettivo di creare più momenti di approfondimento sulla sostenibilità.

In questo webinar, condotto da Cristina Lazzati, vicedirettore area retail Gruppo 24 Ore, sarà possibile seguire alcuni percorsi possibili del packaging, come misurare il suo impatto ambientale e  vedere le soluzioni adottate da alcune aziende del retail e del largo consumo.

Si tratta di un tema di grande importanza ed attualità: se da un lato gli imballaggi rivestono un ruolo di grande importanza nell’industria del largo consumo e non solo, proteggendo i prodotti durante tutti gli spostamenti sino a momento in cui arrivano nelle case dei consumatori e, nel contempo,  attraendo i clienti e focalizzandone l’attenzione, dall’altro rappresentano circa il 4% dei rifiuti totali ed il 23% dei rifiuti urbani provenienti da raccolta differenziata. La riduzione dei rifiuti da imballaggio rappresenta quindi un aspetto di rilievo nel panorama più ampio della gestione dei rifiuti. Una corretta gestione, anche in chiave preventiva, costituisce una leva insostituibile sia da un punto di vista economico che ambientale e culturale: si possono infatti ottenere grandi vantaggi anche attraverso cambiamenti negli schemi di produzione, di distribuzione e di consumo delle merci.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *