Input your search keywords and press Enter.

Olio di palma, Ferrero contro la deforestazione

La principale causa della deforestazione in Indonesia è la produzione di olio di palma. Greenpeace torna a parlare dell’argomento, pubblicando il rapporto Licenza di uccidere.

Gli ambientalisti documentano gli incendi nelle torbiere ed altri fenomeni di deforestazione all’interno delle concessioni di diversi fornitori della multinazionale Wilmar International. Questi eventi sono provocati per far spazio a piantagioni di palma da olio. Tra i clienti della multinazionale, aziende come Procter & Gamble, Mondelēz e Colgate Palmolive, che producono beni di consumo quotidiano quali Pantene, Milka o i dentifrici Colgate.

Le concessioni terriere sono regolate dalla RSPO (Tavola Rotonda per l’Olio di Palma Sostenibile). Una certificazione insufficiente, commentano da Greenpeace, «perché non contempla la protezione di ecosistemi forestali importanti e continua a concedere certificazioni a fornitori che non rispettano neanche i principi base della stessa RSPO».

Per le foreste indonesiane ci sono però buone notizie. Ferrero ha sottoscritto, insieme ai suoi fornitori, il Palm Oil Charter. Il produttore dolciario si impegna a rispettare tutte le tipologie di foreste, garantendo la tracciabilità dell’intera filiera dell’olio di palma ed un monitoraggio periodico da parte di agenti terzi, come chiede Greenpeace. Entro la fine del 2015, attraverso questo manifesto, Ferrero sarà in grado di garantire il 100 per cento dei propri approvvigionamenti a Deforestazione Zero.

Inoltre, è stato fondato il gruppo POIG (Palm Oil Innovation Group). Esso raduna produttori rispettosi delle foreste e diverse Ong, tra cui Greenpeace e WWF, per garantire ai consumatori dei prodotti che non hanno provocato deforestazione. La nascita di questo gruppo viene dalla necessità di andare oltre la certificazione rilasciata dalla Tavola Rotonda sull’Olio di Palma Sostenibile (RSPO).

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *