Input your search keywords and press Enter.

L’energia solare che fa bene alla neve

L’interno dello Ski center

Il sole amico della neve? Finora, sciare tutto l’anno equivaleva a dover frequentare piste artificiali indoor quando le temperature salgono troppo all’esterno. Con il conseguente dispendio energetico dagli elevati costi, sia economici che ambientali, di questi impianti. Ora, la chiave di volta, anzi di…fotovoltaico: perché non utilizzare pannelli solari sui tetti degli impianti sciistici, garantendone così l’autosufficienza energetica per tutto l’anno? Detto fatto. Uno dei più grandi ski center europei, 30.000 mq di piste innevate nella provincia di Amburgo-Wittenburg, in Germania, ha deciso così di adottare un impianto solare. La proprietà dello ski center, il Gruppo olandese Van der Valk, ha affidato alla Canadian Solar, tra i principali produttori al mondo di moduli solari, la fornitura di moduli fotovoltaici a ricoprire il tetto della stazione sciistica al coperto. L’obiettivo? Ridurre significativamente i costi di funzionamento della struttura sportiva; peraltro, con una potenza autogenerata pari a 3,6 MegaWatt, il centro sciistico si è reso indipendente dalla rete pubblica e dalle sovvenzioni previste dalle leggi per le energie rinnovabili della Germania. 

Lo ski center col tetto fotovoltaico nasce dalkla collaborazione tra il Gruppo olandese Van der Valk e Canadian Solar

E con un ulteriore vantaggio: l’effetto ombra prodotto dalla copertura fotovoltaica riduce la temperatura della superficie del tetto del 50%, facendo così drasticamente diminuire anche il carico di potenza necessaria per far funzionare il sistema di raffreddamento. Qualcosa di simile a quanto realizzato un anno fa a Tenna, piccola località sciistica sulle Alpi svizzere. In questo caso, la scelta di non deturpare il paesaggio ha convinto l’amministrazione locale all’installazione di tanti piccoli pannelli fotovoltaici direttamente sui cavi dello skilift, realizzando così il primo impianto di risalita al mondo alimentato dall’energia prodotta da pannelli fotovoltaici. Pannello dopo pannello, dunque, il futuro dell’energia solare è sempre più vicino.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *