Input your search keywords and press Enter.

Obiettivo Puglia: un weekend all’insegna dell’ambiente

Palazzo Zizzi

Alla scoperta dei più intimi segreti di Bari vecchia. Dal 23 ottobre al 27 novembre l’associazione PugliArte propone degli itinerari partendo da un dato di fatto: Bari è tra le città più interessanti che tuttora conserva il meglio dell’architettura medievale. Integri gli usi, costumi e sapori del passato. Ecco il programma di questa domenica: s’inizia da piazza del Ferrarese per proseguire, attraversando piazza Mercantile, verso la Chiesa di Sant’Anna, poi Palazzo Zizzi, la Basilica di San Nicola (si visionerà l’esterno), la Chiesa di Santa Maria del Buonconsiglio e Santa Scolastica. Il 30 ottobre sarà la volta di un altro tour, “Bari sotto-sopra” che permetterà di vedere l’Isolato 49, il Quartiere Ebraico, il Soccorpo della Cattedrale, Palazzo Simi e la Mostra “La Vigna di Dioniso”. Appuntamento ore 10. Info 340.339.47.08; sito web: www.pugliarte.it.

Ed in Puglia arriva Biodiversamente: il Festival dell’Ecoscienza, la non-stop di iniziative tra scienza e natura ideata dal WWF e dall’Associazione Nazionale Musei Scientifici che aprirà gratuitamente musei scientifici, science center, orti botanici, acquari, parchi naturali e Oasi WWF in tutta Italia. L’evento vuole promuovere il valore della biodiversità e sostenere la ricerca scientifica “made in Italy”, ormai a rischio estinzione per la cronica mancanza di finanziamenti. Il WWF inoltre ha lanciato un bando per due borse di studio sulle specie italiane e una grande raccolta fondi a cui tutti possono contribuire, già da ora e fino al 10 novembre, diventando simbolicamente “Ricercatori per un giorno”. Su www.wwf.it   sarà interessante leggere le storie degli “esploratori” della biodiversità italiani che ogni anno, in giro per il mondo o nei laboratori di musei e università, cercano di capire i meccanismi che regolano la vita e le strategie per tutelarla. Mentre su Facebook la speciale applicazione “Scienziati si diventa” stimola a sostituire l’immagine del profilo con l’avatar di dieci grandi ricercatori sulla biodiversità della storia, da Darwin a Rachel Carson, scoprendone vita, opere e frasi celebri. Tra i tanti studiosi, venendo ai giorni nostri, va citato Ferdinando Boero, pugliese doc (del Museo di biologia marina di Porto Cesario – Professore all’Università del Salento), biologo marino e fan di Frank Zappa che ha persino dedicato una nuova medusa al grande artista scomparso (Phialella zappai) ricevendo in cambio una canzone “Lonesome Cowboy Nando”. Ha scoperto, insieme ai colleghi, infatti, un esemplare definito “immortale” e ogni anno coinvolge i cittadini in un monitoraggio.

Oasi le Cesine

Ecco alcuni programmi di sabato 23: nell’Oasi Le Cesine – Vernole ( Lecce) dopo l’apertura alle 10.30 vista dell’Oasi che si può fare anche alle 15.30, alle 15 Laboratorio MANInMAIS a cura di Cooperativa SEGES oppure alle 15.45 la visita guidata per i bambini WOODS-WATCHING sempre della cooperativa SEGES ed alle 17.30 saluto biodiverso. Info: 329. 83.157.14.

Al lago Salso – Manfredonia (Fg) anche qui visite ai lavori in corso per l’incremento della biodiversità dell’oasi. Ore 10 primo gruppo; ore 11 il secondo in collaborazione con il Centro Studi Naturalistici Onlus e Oasi Lago Salso S.p.A. Durata della visita 2 ore. E non occorre la prenotazione, basta presentarsi 15 minuti prima all’ingresso. Info e adesioni: lagosalso@wwf.it. Presso Bosco Orimini invece a Martina Franca, si terrà un’escursione per riscoprire la varietà di erbe spontanee e di funghi del territorio e i loro usi, soprattutto nella cucina tradizionale. La passeggiata è organizzata dall’Associazione Culturale Genius Loci e si terrà nell’ambito del calendario di appuntamenti previsti per il 2011 e volti all’esplorazione e alla conoscenza del patrimonio naturalistico, ambientale e paesaggistico della valle d’Itria. Si consiglia un abbigliamento comodo e la fotocamera al seguito. Ritrovo alle ore 15 presso l’Agip Martina Caffè in via Leone XIII a Martina Franca.

Domenica: l’Oasi WWF Il Rifugio sulla Murgia barese è aperta dalla 10 alle 13. Visita guidata all’interno dell’oasi; Esposizione Mostra WWF sulla Biodiversità; Manutenzione ed implementazione della vegetazione del Giardino delle Farfalle; Laboratorio di argilla finalizzato alla preparazione di targhette botaniche per il Giardino delle Farfalle.

E a Martina Franca si replica: in collaborazione con la neonata Associazione Micologica Naturalistica della Valle d’Itria, parte la seconda edizione del Corso per il riconoscimento dei Funghi Epigei Spontanei. Il corso sarà condotto dai micologi dell’ASL Taranto e sarà articolato nelle domenica del 30 ottobre e 6 novembre dalle ore 9 alle ore 13 presso la masseria dell’oasi WWF Monte Sant’Elia di Massafra. Info: Associazione Genius Loci 339.447.89.79.

(Fonte: Portale ufficiale del turismo della Regione Puglia – www.viaggiareinpuglia.it).

PHOTOGALLERY

[nggallery id=65]

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *