Home Alimentazione Obesità e gelato, tra dieta e tutela della genuinità

Obesità e gelato, tra dieta e tutela della genuinità

361
0
SHARE
gelato

Nonostante le sanzioni ed i sequestri dei Forestali, il gelato non perde il suo ruolo predominante nella dieta. Ma deve essere tutelato e bisogna evitarne gli abusi perchè può agevolare l’obesità

Il settore del gelato è sempre e costantemente in crescita. Solo in Italia ci sono oltre 36mila gelaterie che occupano 150mila persone, mentre all’estero ne occupano 100mila. Indicativamente, ogni italiano ne consuma in media 6 kg l’anno, ovvero circa 75 tra coni o coppette. Ovviamente, il gelato artigianale va per la maggiore rispetto a quello “confezionato” industriale.

Sequestri e denunce dei Forestali

gelato carabinieri forestaliPer queste ragioni e con questi numeri, i carabinieri forestali hanno eseguito una serie di controlli in Puglia durante l’estate in 50 gelaterie artigianali, sanzionando e denunciando 17 artigiani del gelato e sequestrando oltre 2000 kg di alimenti utilizzati per il gelato artigianale non conformi alle normative vigenti. Sono state riscontrate infrazioni di natura igienico-sanitaria, scoperti prodotti di dubbia provenienza e persino alimenti usati per la lavorazione scaduti da 10 anni.

Una legge che tuteli il gelato

Agli italiani ed ai turisti piace il gelato e piace quello artigianale. Per questa ragione, il deputato M5S Giuseppe Labbate ha depositato in Commissione Agricoltura della Camera una legge denominata “Norme in materia di requisiti del gelato artigianale di alta qualità”. «In Italia non esiste una legge che tuteli il gelato artigianale. Le false attestazioni di gelato artigianale creano confusione e peggiorano la possibilità del consumatore di comprendere con facilità e chiarezza il tipo di proposta e la qualità del gelato», ha dichiarato l’on. Labbate. La proposta punta a dare un valore aggiunto al vero gelato artigianale italiano di alta qualità. Inoltre, mira all’utilizzo certificato di materie prime fresche e genuine ed ad un processo di lavorazione che deve necessariamente essere davvero artigianale.

LEGGI ANCHE: Gelato alla cannabis: sano, buono e vegetale

Gelato, tra dieta ed obesità

Se il gelato è un alimento completo a tutti gli effetti, mangiato con moderazione in una dieta equilibrata, può sostituire un pasto. Ma l’abuso di questo ed altri cibi ipercalorici sta mettendo a dura prova la dieta mediterranea. Da uno studio condotto dal prof. Angelo Riccaboni, presidente della Fondazione Prima, è emerso che il 20-30% dei cittadini del Mediterraneo soffrono di sovrappeso ed obesità. «Le nostre società – puntualizza Riccaboni – hanno bisogno non tanto di maggiori produzioni quanto di sistemi alimentari in grado di produrre cibo di qualità, nutriente e sicuro, utilizzando meglio le scarse risorse naturali disponibili, suolo e acqua prima di tutto». I dati raccolti sono stati presentati il 5 ed il 6 ottobre all’evento Millenials Fest 2017 Siena Food Innovation. Nella primavera 2018 saranno lanciati i bandi per sviluppare questi temi ed operare soluzioni concrete.

Obesità, il contributo della scienza

 obesitàL’obesità è il tema centrale anche dell’incontro-dibattito che si svolgerà a Roma il 10 ottobre dal titolo “Obesità: un problema da contrastare con il contributo della scienza e l’impegno di istituzioni, fondazioni e del privato”, nella Biblioteca della Camera dei Deputati – Sala del Refettorio – in Via del Seminario, 76 a Roma.

Durante il meeting saranno presentati i risultati di una ricerca promossa dall’Istituto Fondazione Danone che ha rilevato una nevrosi del controllo del peso: sembra, infatti, che il 44% degli italiani sia in sovrappeso o obeso, 1 su 4 sale sulla bilancia almeno una volta alla settimana ma circa la metà si affida poi a diete “fai da te”. Uno studio interessante che mira ad inquadrare il problema, definendolo per risolverlo rapidamente.

Tra obesità e dieta, il gelato vince sempre

Nonostante l’obesità e la dieta, il gelato artigianale continua a raccogliere consensi e premi. Durante il Concorso Internazionale Gelato del Mediterraneo “Procopio de’ Coltelli” a Palermo, tra oltre 45 gelatieri provenienti da tutto il mondo, due esperti gelatieri giapponesi hanno vinto ex aequo il primo premio, mentre la giuria popolare ha votato per la tradizione italiana. Piacevoli divergenze che il gelato mette a posto.

Print Friendly, PDF & Email

LEAVE A REPLY