Input your search keywords and press Enter.

Nucleare: Veronesi abbandona l’agenzia mai nata

Altro duro colpo per quanti hanno predicato il ritorno del nucleare in Italia, un knock-out che ha messo fuori combattimento l’Agenzia per la sicurezza nucleare affidata lo scorso anno a Umberto Veronesi (nelle foto). L’illustre oncologo, infatti, ha formalizzato le sue dimissioni con una lettera al Governo. In realtà il Governo tutt’oggi non ha ancora formalizzato la sua nomina e neppure ha indicato una sede e le strutture necessarie all’Agenzia per avviarne la gestione. Anzi. Tra i 1.300 emendamenti alla manovra anticrisi è prevista l’abolizione dell’Agenzia con il trasferimento dei suoi compiti all’Authority per l’energia. Veronesi, al forum internazionale sull’economia globale di Cernobbio sul lago di Como, ha spiegato al Sole 24 Ore che «mi sono dimesso da qualcosa che era nato asfittico e non ha mai preso forma. Avevo accettato solo perché confidavo in un progetto italiano di grande respiro per lo sviluppo della fisica nucleare e delle sue applicazioni nell’energia, ma non solo. Così non me la sento. Non voglio certo occuparmi, nella migliore delle ipotesi, solo di scorie».

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *