Input your search keywords and press Enter.

Nube tossica nel Savonese

Dieci casi di intossicazione ad Albenga, in provincia di Savona. A causare il fatto una nube tossica, sprigionatasi nella piana Ingauna tra Albenga e Ceriale. Tra le ipotesi, ancora da verificare, l’uso – e il conseguente dispendio nell’aria – di sostanze tossiche adoperate da qualche azienda ortofloricola della zona. Le persone intossicate hanno,infatti, manifestato bruciori agli occhi ed alla gola e sono state per questo condotte e ricoverate all’ospedale Santa Maria di Misericordia di Albenga. Tra gli intossicati anche alcuni turisti che soggiornavano in un campeggio di Campochiesa. Sul posto sono intervenuti 118, Vigili del Fuoco e Carabinieri. Intanto sono in corso le indagini dei Vigili del Fuoco, con la loro squadra di polizia giudiziaria, e della Polizia Municipale di Albenga, mentre la magistratura di Savona ha aperto un’inchiesta. Gli ultimi aggiornamenti circa le cause parlano di un alcune piante di rosmarino bruciate insieme ad un flacone di diserbante, con tutta probabilità a causa di un errore accidentale.

Print Friendly, PDF & Email