“Notes from Puglia” in volo da Monaco a Bari

NotesFronPuglia_COVER_Alessio_Palazzi
La copertina di Notes from Puglia è a cura di Alessio Palazzi

Un prodotto editoriale d’autore, voluto da Pugliapromozione, firmato IED, destinato ai passeggeri di Air Dolomiti in rotta verso la Puglia, segna la ripartenza verso la nuova stagione turistica. Puglia ancora una volta si conferma al top delle preferenze di italiani e stranieri

Da oggi la tratta di Air Dolomiti Monaco di Baviera/Bari ha un’attrattiva in più. A bordo i viaggiatori riceveranno, infatti, un omaggio simbolico, un’agenda di viaggio che raccoglie circa 40 artwork inediti, identità visive, frutto della creatività di 22 giovani designer dello IED – Istituto europeo di Design di Roma, e rappresentative delle peculiarità appartenenti al meraviglioso patrimonio culturale, enogastronomico e naturalistico pugliese.  Un primo approccio alla regione prima di apprezzarne dal vivo le bellezze.

Si presenta così Notes from Puglia, un nuovo prodotto editoriale ideato dalla compagnia aerea italiana Air Dolomiti di Lufthansa, per l’Agenzia regionale del turismo Pugliapromozione,  che segna la ripartenza verso una stagione turistica attraverso la creatività e le illustrazioni a cura degli studenti dello IED.

Non chiamateli gadget

Non dunque dei semplici gadget in omaggio per i viaggiatori: le agende di viaggio realizzate con un design d’eccellenza sono un progetto di comunicazione d’autore dedicato alla brand identity della Regione Puglia. «Nel cuore del Mediterraneo, la Puglia è una destinazione da scoprire ed esplorare lentamente. Accogliente, creativa e dinamica, la Puglia vuole investire in innovazione e nuovi canali di comunicazione», afferma l’Assessore al Turismo e Cultura della Regione Puglia, Massimo Bray, che definisce Notes from Puglia «un crogiolo di forme, colori e tecniche innovative che raccontano un fantastico viaggio illustrato attraverso la Puglia». (GUARDA LA FOTOGALLERY)

Con una tiratura di 10.000 copie, le agende di viaggio saranno distribuite gratuitamente a bordo.

Puglia, Toscana e Trentino, le regioni più amate dai turisti

E che la Puglia possa resistere al calo di prenotazioni di questi giorni, calo dovuto all’aumento dei contagi da Covid, lo dimostra l’ultimo studio dell’Università Cusano basato su dati Istat e di altri istituti demoscopici.

Sicuramente rispetto al 2020, nel 2021 si viaggerà di più: la metà degli italiani ha previsto di trascorrere le vacanze estive in località diverse da quella di residenza. Per l’esattezza il 50,1% delle persone. Le mete preferite? Puglia e Toscana. Secondo quanto elaborato dall’ateneo telematico, un vacanziero su tre è intenzionato a spostarsi all’interno dei propri confini regionali e poco meno di 2 su 3 pensano di recarsi in un’altra regione. L’estero? Ci si fida ancora poco: soltanto il 6,2% è pronto a uscire dal Belpaese. In un anno i viaggi fuori dai confini nazionali sono calati dal 23,2 al 9,1% del totale.

Inoltre la necessità di ridurre i contatti sociali ha portato a un maggior ricorso per i viaggi ai mezzi propri a discapito dei mezzi collettivi, con gli spostamenti in auto che sono cresciuti dal 56,5 al 73,9% del totale e quelli in aereo dimezzati dal 21,6 al 10,3%.

(infografica Unicusano)

Chi rinuncia alla vacanza lo fa per diversi motivi. La mancanza di risorse economiche pesa certamente più dei timori legati al Covid sulla decisione di rinunciare a una vacanza. Seguono i problemi di salute, le preferenze personali, gli impegni di studio o di lavoro e le difficoltà familiari o personali.

Turisti stranieri in arrivo

Ma l’Italia è rientrata nei radar anche dei turisti stranieri, provenienti soprattutto da Francia, Germania, Gran Bretagna, Spagna e Stati Uniti. Un arrivo di massa che conta già oltre 25 milioni di pernottamenti e 12,3 milioni di arrivi per un aumento del 15,3% rispetto allo scorso anno. Per loro, oltre ai pilastri di Puglia e Toscana, si parla anche di Sicilia, Lombardia e Trentino-Alto-Adige, meta quest’ultima amata dal turismo lacustre e naturalistico.

La crescita, secondo sempre Unicusano, coinvolge soprattutto le spiagge: gli stabilimenti balneari di Liguria, Puglia, Sicilia, Marche, e Sardegna segnano in questo 2021 un incoraggiante +15%.

Per capire la mini-ripresa dei viaggi in questo scorcio di 2021 va considerato come l’anno scorso gli spostamenti degli italiani abbiano toccato un minimo storico di 37,5 milioni. Quelli per le vacanze, invece, sono quasi dimezzati rispetto al 2019, passando da 63,4 a 35 milioni (-44,8%). In tema lavoro, si sono ridotti di circa due terzi su base annua, da 7,8 a 3,5 milioni registrando un -67,9%.

 

Articoli correlati