Input your search keywords and press Enter.

Nordic Walking: dalle 4 ruote ai 4 piedi

«Contro lo stress, la vita sedentaria, la depressione e il troppo lavoro… fa bene per i dolori alla schiena, la cervicale, i problemi alle ginocchia, i chili di troppo, il colesterolo alto»… Non è un slogan per uno di quegli attrezzi ginnici domestici che tanto si sponsorizzano sui nostri canali televisivi, piuttosto un invito – o, per meglio dire, un estratto dell’invito – presente sulla pagina facebook, riguardante l’evento in programma il 4 e 5 febbraio a Bari, dal titolo “La rivoluzione del benessere! Nordic Walking dei Tre Mari”; un’occasione, un’opportunità per scoprire e promuovere la salutare quanto originale esperienza del Nordic Walking.

La tecnica del Nordic Walking prende spunto dai movimenti base dello sci di fondo

Un “nuovo” evento nel barese – Questo nome risulterà nuovo alle orecchie dei più; meglio perciò darne – facendo riferimento al sito dell’ANI (Associazione Nordic Fitness Italiana) – una definizione tecnica ma che spieghi anche di cosa si tratta: «il N. W. è una fantastica disciplina sportiva che si pratica all’aria aperta. […] La tecnica fondamentale prende spunto dai movimenti propri dello sci di fondo per la tecnica classica, e si avvale della successione fisiologica dei movimenti alternati di braccio e gamba opposti, cercando una spinta efficace con il bastoncino».

Il capoluogo pugliese, quindi, si appresta a vivere una due giorni all’insegna della “camminata all’aria aperta”: come consultabile anche dalla locandina – la manifestazione prevede, il 4 febbraio, una sessione dimostrativa al Parco 2 Giugno seguita da un workshop-seminario presso il Palazzo San Giacomo, nella zona vecchia di Bari (con importanti esponenti del settore); la mattina seguente, invece, “Urban Nordic Walking”, con una vera e propria “passeggiata in stile nordico” per le vie della città ed i monumenti di Bari, che, ovviamente, offrono ben altro godimento se ammirati in presa diretta con un transito “lento” e condiviso. 

Molti parchi, anche in Sicilia, hanno aree attrezzate e percorsi dedicati al Nordic Walking

“Passi” tra salute e ambiente – Questa curiosa disciplina porta alla luce, una volta di più, il bel rapporto che in tanti vorrebbero si instaurasse tra l’uomo e l’ambiente: negli ultimi anni l’Italia ha visto destinare alcuni dei suoi parchi – sia tra i monti del Nord Italia che in Sicilia – a questa attività sportiva, attrezzando le aree con apposite strutture e realizzando dei percorsi dedicati. L’obiettivo più a lungo termine – piuttosto complicato a realizzarsi ma non per questo utopico – è quello di rendere il Nordic Walking uno stile di vita, che incoraggi le persone (è bene sottolinearlo, di tutte le età!) a ridurre al massimo gli spostamenti quotidiani con le auto, appannaggio di quelli a “quattro piedi”, come simpaticamente si definiscono quelli che praticano questo sport. Le zone immerse nel verde, le mete in collina o in montagna, i parchi e i piccoli paesi, chiaramente, sono per natura maggiormente predisposti all’adesione verso nuovi ed alternativi life-style, come il Nordic Walking, rispetto alle grandi e frenetiche città; eppure questa iniziativa, la prima di una serie nei prossimi mesi, può spingere quantomeno le persone a cominciare a prendere una volta di meno la propria quattroruote e a farsi i proverbiali “quattro passi”, concedendosi il piacere di guardare l’ambiente urbano con maggiore attenzione e disponibilità.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *