Input your search keywords and press Enter.

No allo scarico delle acque reflue nella AMP di Torre Guaceto

No allo scarico delle acque reflue del depuratore di Carovigno nel Canale Reale e nell’Area Marina Protetta di Torre Guaceto. E’ la decisione presa dal Presidente della Provincia di Brindisi Massimo Ferrarese, che ne ha negato l’autorizzazione e ha suscitato grande soddisfazione del Comitato “Salviamo Torre Guaceto”.

Tale scelta, supportata da una volontà di intervenire in maniera decisa sulla qualità delle acque, attraverso l’attivazione dell’impianto di affinamento delle acque degli impianti di depurazione di Ceglie Messapica, Francavilla Fontana, Latiano e Mesagne, permetterà il riutilizzo delle acque per fini agricoli e la confluizione delle acque depurate non nel Canale ma nell’invaso del Cillarese.

La “battaglia” è nata dal basso con il coinvolgimento di 2.500 persone di tutta Italia che hanno aderito alla petizione sul web. Il comitato, comunque, rimarrà vigile e presente per salvaguardare l’Area Marina Protetta.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *