Input your search keywords and press Enter.

Nel 2011 evitata l’emissione di 72 tonnellate di CO2

E’ possibile non inquinare? La risposta appare abbastanza semplice, se si trtatta di un’azienda green. Ebbene, un esempio è la piacentina Airbank. Il suo impianto fotovoltaico da 105 kW di potenza, costruito sul tetto della sede aziendale e inaugurato a gennaio 2010, come ogni anno ha calcolato la resa per conoscerne le effettive prestazioni. “L’impianto – spiega Gloria Mazzoni, general manager di Airbank – è installato per dare un segnale forte: essere autonomi dal punto di vista energetico, abbattere le emissioni di CO2 e quindi ridurre quasi totalmente il nostro impatto ambientale è l’unica strada possibile”.

I risultati sono stati positivi. Nell’arco del 2011 l’impianto ha prodotto 131.899 kWh di energia totali. L’energia prodotta ha annullato la dipendenza dell’azienda dalle fonti energetiche fossili, evitando così l’emissione di 71.947 kg di CO2 nell’atmosfera.

“Il nostro obiettivo è sempre quello di commercializzare prodotti a ridotto impatto ambientale, perchè ogni azienda, senza dover rinunciare ai profitti, ha il dovere morale di rendere il luogo di lavoro un posto più sicuro e piacevole” ha continuato il direttore commerciale Raffaele Polini.

“Anche quest’anno l’impianto ha dimostrato che si può far coincidere esigenze economiche e necessità ecologiche. Grazie all’impianto abbiamo risparmiato in termini di costi di utenze elettriche e di impronta ecologica. La green economy è soprattutto questo” ha concluso Giammarco Cammi.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *