Naufraghi nell’Adriatico soccorsi dalla Guardia di Finanza

Le autorità albanesi avevano denunciato, presso la Capitaneria di Porto di Bari, il naufragio di tre cittadini. L’imbarcazione, con a bordo le tre persone, è stata individuata da un guardacoste della Guardia di Finanza nel Canale di Otranto.

Il gommone era stato acquistato dai tre naufraghi nel porto di San Foca (LE). L’unico motore dell’imbarcazione era andato in avaria. I tre uomini si trovavano ormai da diversi giorni alla deriva in alto mare, in balia delle onde ed impossibilitati a comunicare la loro posizione.

Alle attività di ricerca hanno partecipato anche i mezzi aeronavali delle Fiamme Gialle ma nell’immediato non vi era stato alcun esito, a causa della vastità dell’area e dell’indeterminatezza della posizione dei dispersi.

Nelle prime ore di questa mattina, 8 novembre, i naufraghi sono stati recuperati da una delle unità navali del Corpo operanti in area. A bordo di essa, hanno ricevuto le prime cure, contro lo stato di evidente disidratazione dovuta alla lunga permanenza in mare.

Il guardacoste, con il gommone al traino, è rientrato nel porto di Brindisi, dove i tre uomini appena salvati sono stati affidati ai sanitari del 118 e trasferiti presso il locale ospedale per le ulteriori cure del caso.

Articoli correlati