Natura, vietato pescare cetacei

Le balene, i delfini e i loro numerosi amici possono tirare un sospiro di sollievo. Durante il convegno sulle specie migratorie in svolgimento a Quito, in Ecuador, l’ONU ha deciso che non sarà più permesso dar la caccia e pescare i cetacei a puro scopo commerciale, come invece avviene in molti Paesi dell’Asia e del nord Europa, dove la carne di balene e delfini è prelibata.

Il problema principale non è mangiare la carne di questi animali, ma farlo in modo talmente scriteriato che ormai le specie sono ridotte all’estinzione. Ed è questo che si deve evitare, che spariscano per sempre… anche per il tornaconto stesso degli apprezzatori della loro carne. Ci voleva un limite e oggi c’è. I 120 Paesi membri devono modificare le leggi sulla cattura dei cetacei, inclusa quella relativa ai parchi acquatici che dovranno garantire norme serie di vivibilità per gli animali “in mostra”.

Si tratta di una svolta importante perché si prende finalmente una posizione internazionale sicura contro la cattività di queste specie e anche sulle regole della loro uccisione per rifornire ristoranti e mercato dei cosmetici. L’Ente per la Protezione Animali, anche in Italia, chiede che siano subito recepite queste nuove regole dato che ormai i cetacei sono entrati nel Mediterraneo e li vediamo spesso giocare con le onde anche al largo delle nostre coste.

[fonte: ecologia.guidone.it]

 

Articoli correlati