Natale tra musica e piante

concerto di natale canale 5
il 24 dicembre e in replica il 25, tradizionale Concerto di Natale trasmesso da Canale 5

Concerto tutto speciale alla presenza di 200 piante quello che si svolgerà il 25 dicembre a Ragusa. Abeti carbon neutral a Milano; un albero di Natale fatto di Rifiuti a Sava (Taranto). Viaggio tra le idee più originali per festeggiare Natale 2020

Per il secondo anno consecutivo l’Orchestra Italiana del Cinema, diretta dal M.° Adriano Pennino, accompagnerà musicalmente tutti gli artisti interpreti delle suggestive melodie del “Concerto di Natale“, lo storico evento televisivo che andrà in onda in prima serata il 24 dicembre su Canale 5 e in replica il pomeriggio del 25 dicembre.

Concerto di Natale su Canale 5

La serata sarà presentata da Federica Panicucci insieme a Don Davide Banzato, e vedrà sul palco alternarsi le stelle della musica italiana Malika Ayane, Antonino, Arisa, Emma, Roby Facchinetti, Andrea Griminelli, Moreno, Nek, Tosca e Ron, Renato Zero insieme alle star internazionali Dotan (Olanda), Aida Garifullina (Russia), Hong-hu Ada (Giappone) e Amy Macdonald (Scozia). L’iniziativa, ripresa sul palco dell’Auditorium della Conciliazione di Roma,  è promossa dalla Congregazione per l’Educazione Cattolica e sostiene le attività di Missioni Don Bosco Valdocco Onlus e della Fondazione Pontificia Scholas Occurrentes.

Piante in platea al teatro Donnafugata

locandina note di naturaUn concerto di Natale dedicato al regno vegetale. Per prendersi cura dell’ambiente, anche attraverso la musica, e per tornare ad affidarsi ai bioritmi della natura. Il Teatro Donnafugata di Ragusa Ibla festeggia il Natale con un appuntamento particolare, pensato per un pubblico speciale: duecento piante, di specie differenti, sistemate in platea. Diverranno speciali spettatori del concerto “Note di natura. Più ossigeno per l’arte” che andrà in scena nel bellissimo teatro ibleo per essere trasmesso in streaming proprio il 25 dicembre alle ore 12 su facebook e youtube. Unici spettatori ammessi bellissimi esemplari vegetali; ci saranno persino le barbatelle, messe a disposizione dalle aziende florovivaistiche e vitivinicole associate a Confagricoltura Ragusa, co-partner dell’iniziativa assieme alla prestigiosa Accademia Teatro alla Scala di Milano che porterà sul palco del teatro di Ragusa Ibla il suo quartetto d’archi composto da Kinga Dobryniewska al violino, Sofia Goetz al violino, Daniel Ciobanu alla viola e Marco Mauro Moruzzi al violoncello.

Il concerto sarà trasmesso sui canali social del Teatro Donnafugata, di Confagricoltura e dell’Accademia Teatro alla Scala e vuole tornare ad unire artisticamente due città come Ragusa e Milano, che proprio grazie all’Accademia Teatro alla Scala e al Teatro Donnafugata hanno già avviato un gemellaggio culturale.

Al termine del concerto tutte le piante saranno donate ai reparti ospedalieri dell’Asp di Ragusa per cercare di alleviare, attraverso la bellezza, la sofferenza e la solitudine.

LEGGI ANCHE: Natale è più green se regali piante

Albero del Vento in p.zza della Scala Milano ENGIE Italia
L’Albero del Vento in p.zza della Scala a Milano realizzato da ENGIE Italia

Milano, l’albero della sostenibilità in Piazza della Scala

Dal 7 dicembre. sotto lo sguardo della statua di Leonardo da Vinci, il genio che ha insegnato all’umanità a osservare la natura anche con la lente della scienza e a sostegno del progresso, saluta i milanesi l’Albero del Vento di ENGIE in Piazza della Scala. Questa è una delle installazioni che fa parte del Natale degli Alberi, il programma voluto dal Comune di Milano e organizzato in collaborazione con Fondazione Bracco e BWS nel segno della speranza, dell’unità e della sostenibilità.

Tra gli alberi che illuminano le piazze del capoluogo lombardo in questo Natale atipico, l’installazione esalta il connubio tra natura e innovazione. II design dell’albero utilizza il principio generativo della natura (sequenza Fibonacci) che ne regola le proporzioni, la forma e lo sviluppo, donando armonia ed equilibrio.  L’installazione Carbon Neutral si ispira alla turbina eolica che, con un moto rotatorio continuo, abbinato a luci led, riproduce la musica del vento interpretata dai grandi compositori. La struttura è realizzata completamente con travi lamellari con certificazione di sostenibilità legata alla filiera forestale.

albero rifiuti sava_foto_francesco pulieri
L’albero dei Rifiuti a Sava (Foto Francesco Pulieri)

Sava, l’albero dei rifiuti

Sarebbe da ripetere anche in altri comuni la bella iniziativa che si è svolta domenica 13 dicembre, a Sava (TA). L’artista Gionata Pesare, insieme al MAUS – Movimento Arte Urbana Savese, e in collaborazione con il Comune di Sava,  le associazioni TerrA NostrA ,Torre Ovo & Friends, Arci Calypso, Più Puglia, e tanti cittadini di buona volonta?, ha realizzato il più grande albero di Natale fatto di rifiuti.

L’opera, intitolata “Rifiuti umani”, è stata pensata come gesto goliardico e provocatorio di protesta. «Protesta – spiega l’autore –  verso chi si ostina ad inquinare le nostre campagne nonostante ci sia un servizio di raccolta porta a porta ed un’isola ecologica. Protesta verso tutte le istituzioni che non mostrano una linea ferma atta ad arginare questo fenomeno spaventoso. E? da tempo che queste organizzazioni si prodigano per rendere la nostra amata terra un posto più bello e più pulito, dedicando del tempo alla raccolta dei rifiuti abbandonati». L’albero, infatti è il risultato della raccolta fatta da tanti cittadini dei rifiuti gettati nelle campagne intorno a Sava. «Tanti cittadini – continua Pesare – stanchi di vedere le proprie citta? sommerse dai rifiuti. Cittadini stanchi dei soliti ”sporcaccioni” incivili che inquinano l’ambiente buttandoci di tutto e di più».

Allora, una proposta a Gionata Pesare: perché non riproporre l’albero dei rifiuti in qualche altra città per sensibilizzare al rispetto per l’ambiente?

Articoli correlati