Natale solidale e green: iniziative e idee per le festività 2023

Pensare alla solidarietà tutto l’anno, non solo a Natale. Continua la nostra rubrica sul Natale con piccole idee regalo, iniziative solidali sparse per tutta Italia e guide sul come essere green e anti-spreco anche in occasione dei cenoni. Può sembrare difficile, ma non lo è: pensare in chiave sostenibile non solo ambientale ma anche sociale è possibile, tutto l’anno

La beneficienza sembrerebbe quasi essere uno slogan delle feste natalizie, utilizzato dai marchi più per marketing che per vero spirito del bene (l’ultimo caso Balocco-Ferragni parla da sé). Ma ci sono attività locali che fanno sì che la gente pensi alla solidarietà tutto l’anno, non solo a Natale. Come il bistrot Honèst, in via Sparano a Bari, che, nel mese di dicembre, dismette le solite decorazioni natalizie per usare al loro posto le scarpe rosse per invitare alla riflessione e contribuire alla lotta contro la violenza sulle donne. Centootto paia di scarpe rosse contro i femminicidi. Centootto, come il numero delle donne uccise nel 2023, appese al soffitto, come un monito ai commensali di non dimenticare questo drammatico bilancio.

Honést, Bari

Le scarpe, donate da Primadonna, saranno messe in vendita e il ricavato andrà, in accordo con l’assessorato comunale al Welfare, al centro antiviolenza del Comune di Bari che accoglie/aiuta le donne vittime di violenza cercando di smontare e disgregare la cultura patriarcale. Ma c’è una particolarità: verrà venduta infatti solamente la scarpa sinistra e, a un anno di distanza, i clienti potranno recuperare la scarpa destra. Un modo per far sì che tutti ricordino le vittime non solo il 25 novembre, giornata contro la violenza sulle donne, ma per tutto l’anno. Perché, usando le parole di Gino Cecchettin, padre di Giulia, uccisa a soli 22 anni dal suo ex fidanzato, da questo fenomeno se ne esce “soltanto sentendoci tutti coinvolti, anche quando sarebbe facile sentirsi assolti.  Le scarpe, acquistabili dal giorno 14 dicembre, rimarranno esposte fino al 25 novembre 2024.

E c’è di più. Dal 14 dicembre, infatti su tutti gli scontrini emessi da Honèst è riportato anche il numero da chiamare in caso di necessità con la scritta “Se sei donna e subisci violenza chiama il 1522. Non sei sola”. Un modo per informare tutti che esiste un numero telefonico a cui rivolgersi in caso di necessità e per non far sentire sole le donne che subiscono violenza anche con piccoli gesti come questo.

Le altre iniziative baresi

Sempre a Bari, la comunità di Sant’Egidio fa festa con i poveri, i senza fissa dimora, i migranti, famiglie in difficoltà, anziani soli. Tutti possono contribuire a questa tavola solidale con un regalo, una donazione o il volontariato.

Chi vorrà, infatti, potrà aiutare a donare regali di Natale: dai vestiti, rigorosamente nuovi, e accessori come cappelli, sciarpe, guanti, a prodotti per l’igiene come shampoo, deodoranti, spazzolini. E poi si potranno donare prodotti a lunga conservazione come farina, pasta, tonno ecc., che serviranno a riempire i cestini di Natale.

Se vorrete fare una donazione, inoltra, il centro Digiuno di Giustizia in Solidarietà con i Migranti- Bari, presidio permanente sul territorio in solidarietà e vicinanza alle persone migranti, fa da megafono a realtà solidali. Tra queste: RIACE, Movimento bolognese per la raccolta fondi per le spese delle abitazioni e dei laboratori del Villaggio Globale di Riace (per donazioni: Diamo luce a Riace, IBAN IT18W0501802400000017114919); il Temporary Shop di Emergency a Bari, in via Melo 74, aperto fino al 24 dicembre tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 20.00.

E ancora: Linea d’Ombra OdV- Trieste, aattività di cura e denuncia politica per la rotta migratoria dei Balcani, che sta raccogliendo indumenti quali, pantaloni, tute, soprattutto giacche, piumini (esclusivamente taglia M da uomo. Per info: Tiziana +39 3389181103 per “Le Veglie Contro le Morti in Mare”). Sempre attiva, inoltre, la la raccolta buoni Decathlon del gruppo WWMIH – “We WillM ake It Happen”. È sufficiente acquistare un buono direttamente sul sito dell’azienda (importo minimo 10 euro), e inviarlo alla mail wwmih19@gmail.com.

Idee regalo alternative

SouxSpazio Murat

Quest’anno ai vostri bambini potete regalare esperienze, creatività, fantasia. Come? Iscrivendoli a SOUxSpazio Murat, la scuola di architettura per bambine e bambini dai 7 ai 12 anni, nella città di Bari. Un’esperienza unica di apprendimento e divertimento insieme a illustri professionisti dell’architettura, del design e dell’arte, nazionali e internazionali. Le lezioni hanno avuto inizio ad ottobre, ma ci sono ancora posti disponibili. Il prossimo appuntamento sarà il 19 gennaio con Alessandra Savio, fondatrice di “Ma:mamma”, un progetto dedicato all’arte e al kids design, mentre il 26 gennaio fa tappa a Spazio Murat l’artista Vittoria Ceglia, laureata all’Accademia di Belle Arti di Bari. Il calendario presenta più di 20 appuntamenti di diverse tipologie sino a giugno 2024.

Il tema di questo nuovo anno e? Utopia: approfondire il concetto di utopia con i bambini significa alimentare, per quanto possibile, i loro desideri, raccontando loro che i sognatori non sono solo coloro che dormono ad occhi aperti, ma sono persone che effettivamente rendono reali i propri sogni.

Per quelli che invece vorranno disegnare, colorare e sperimentare a casa o a scuola, ci sono i classici oggetti di Fabriano come carta, astucci, quaderni, taccuini di ogni tipo e formato accompagnati dai più bei biglietti di auguri insieme a un arcobaleno di colori tra matite e pastelli. Oggetti utili e originali, realizzati interamente in Italia, con materiali certificati e di alta qualità, pensati per stimolare la fantasia, per soddisfare le proprie passioni o trovarne di nuove, per grandi e piccini, per esaudire desideri di creatività e di sostenibilità, perché è più bello regalare prodotti che rispettano la natura. Tutte le carte hanno la certificazione FSC®, che assicura che la cellulosa proviene da foreste gestite nel pieno rispetto dei bisogni sociali, economici e ambientali e la produzione è certificata Hydropower, perché utilizza almeno il 60% di energia idroelettrica. L’impiego di questa fonte energetica rinnovabile, attraverso piccole centrali di proprietà, permette di ridurre le emissioni di gas serra. E poi c’è il quaderno Woodstock per chi vuole sperimentare tanti tipi di carta e il quaderno Vergatone, realizzato completamente a mano dai Mastri cartai fabrianesi con carta interna dai bordi intonsi, con 30% di cotone e 70% di fibre vergini.

Infine, per gli amanti del disegno: Blocco Accademia, Venezia Book e Fabriano Journal Color. Per realizzare biglietti di auguri personalizzati, dipinti o scritti a mano, o per i più piccoli che si divertono con il colore: Postcard Watercolor e Blocco per Artisti. La Cartucciera 24, anche nella versione Ocean, in stoffa realizzata con il 50% di plastica recuperata dagli oceani, con 24 pastelli acquerellabili a punta grossa e un pennello in legno di faggio con setole sintetiche. Per scrivere, disegnare, appuntare, tutti i giorni, nel tempo libero e al lavoro, senza danno per l’ambiente.

Se invece siete alla ricerca di un regalo più sofisticato, un caminetto di nuova generazione è l’idea perfetta per rendere la propria casa un ambiente caldo e accogliente, nel pieno rispetto dell’ambiente. Il caminetto senza canna fumaria, oltre a essere un oggetto di design, rende la stanza calda e accogliente ed è una soluzione in grado di adattarsi a qualsiasi ambiente. Queste le proposte del brand maisonFire: il caminetto elettrico ad acqua racchiude una sofisticata tecnologia a ultrasuoni in grado di ricreare in modo incredibilmente realistico il fumo e le fiamme del camino tradizionale. Il fuoco che nasce dall’acqua è
garanzia di totale sicurezza d’uso e di consumi elettrici contenuti: 0,70 cent all’ora per un’ineguagliabile atmosfera di relax.

Alisa, invece, è il caminetto elettrico a Led che, nella sua versione Deluxe, impiega vera legna, proveniente dalle foreste dello Yorkshire e appositamente trattata, per durare nel tempo. Con la funzione riscaldante a 1,5 kw, è fatta per evitare sprechi energetici. MaisonFire propone anche soluzioni da libero posizionamento a bioetanolo, alcool di origine vegetale che non genera alcuna emissione pericolosa durante la combustione.

Articoli correlati