Input your search keywords and press Enter.

Natale green: regali ecosostenibili e festa a kmzero

Natale green

Regali ideali per un Natale green, all’insegna dell’ecologia, del riciclo e rispetto dell’ambiente, tra guide e indicazioni per una festa diversa

Un Natale green all’insegna della sostenibilità ambientale. Evitando la corsa ai regali inutili, ma marciando verso pensieri più etici.

Gli italiani sembrano sulla strada giusta, stando al report di Avvenia, leader nell’ambito dell’efficienza energetica, che ha osservato come gli italiani quest’anno acquisteranno regali con il minor impatto negativo sull’ambiente.

LEGGI ANCHE: Turismo sostenibile, i Cammini d’Italia hanno un Atlante digitale

Il 95% degli italiani intervistati si è infatti dichiarato propenso all’acquisto di regali eco-sostenibili, con un’intenzione di spesa di 180 euro pro-capite e un’elevata propensione verso i regali tecnologici (32%), il fai da te (27%) e regali alimentari (18%).
In concreto quali regali vanno per la maggiore? Il regalo tecnologico è quello che decisamente fa più tendenza, con il 32% delle preferenze. Trendy quest’anno è anche il fai da te, con il 27% delle preferenze. Ricorrendo alla propria manualità per un riciclo creativo gli italiani opteranno per giocattoli fai da te, sciarpe fatta in casa, biglietti decorati con la lana e ritagli di giornale e via dicendo, realizzando oggetti ecofriendly che consentono di recuperare avanzi di materiale.

Una scelta ecologica che sta conquistando sempre più persone. A fare tendenza è poi il classico regalo alimentare, con il 18% delle preferenze. «L’importante è che si tratti di prodotti a “chilometro zero”, coltivati, trattati e confezionati localmente. Meglio ancora se biologici, perché maggiormente rispettosi dell’ambiente»,sottolineano gli esperti di Avvenia.

LE 10 MOSSE DEL NATALE GREEN

Regalo Natale WWF

Regalo Natale WWF

Anche il WWF lancia il suo ‘Natale sostenibile in 10 mosse’. Dieci consigli pratici per dare una impronta green a quella che tradizionalmente è la festa col più alto consumo dell’anno. Si parte dalla scelta delle luminarie al cenone della vigilia, fino all’invito a evitare i regali inutili o che comportano impatti su specie e sull’ambiente.

Nel decalogo, il WWF ricorda che negli ultimi anni oltre 3,5 milioni di abeti veri sono stati acquistati per essere addobbati. Scegliamo dunque quello sostenibile, coltivato da un produttore locale, addobbiamo le piante in casa o addirittura scateniamo la fantasia utilizzando materiali di recupero (legno, vetro, stampelle, etc.).

Scegliere luci al led per illuminare: durano fino a 30 volte di più e consumano fino all’80% in meno di quelle a incandescenza. Cenone leggero anche per il Pianeta: mantenendo le tradizioni,  a parità di apporto calorico la produzione di carne bovina, rispetto a uova prodotti caseari e altre carni, richiede 28 volte più terra, 11 volte più acqua e 6 volte più fertilizzanti, liberando 5 volte più gas serra.

Consigli anche per i regali. Sin dalla scelta di come arrivare: scegliamo mezzi pubblici o i negozi più vicini per raggiungerli a piedi, risparmieremo tempo e soprattutto gas serra alla nostra città. Se cerchiamo un regalo chic attenzione ai prodotti che derivano da specie protette come pellicce, gusci di tartarughe, avorio degli elefanti e il tanto ricercato shahtoosh, una delle lane più soffici ma che comportano l’uccisione ogni anno delle antilopi tibetane, oggi ridotte sull’orlo dell’estinzione. Anche il pacchetto può diventare green con carta riciclata, certificata FSC o fatto con stoffe, foulard aggiungendo bacche e spago colorato.

EFFICIENZA ENERGETICA E NATALE GREEN

Per chi, in famiglia ha un appassionato di cammini, scegliere un regalo non è poi così difficile. Sono tanti, infatti, gli accessori utili, ma non tutti sono esperti del settore. Il rischio è di regalare ‘doppioni’.  può darsi che, ogni anno, i regali si ripetano. Ecco allora che la Compagnia dei Cammini, associazione di turismo responsabile dedita ai cammini, ha stilato una lista di 10 utili doni da regalare per il Natale 2017 agli appassionati di cammino.

Per Natale. libri sul cammino

Per Natale. libri sul cammino

Tra i suggerimenti, l’idea di una sacca tecnica, impermeabile e ultraleggera, chiusa ermeticamente. Ce ne sono di varia grandezza: dai 3 ai 30 litri con costi differenti. In questo modo lo zaino sarà più ordinato e diventerà più pratico tirare fuori gli indumenti.

Oppure, un libro. Letteratura sui cammini o alcune guide come L’arte del Camminare – Consigli per partire con il piede giusto di Luca Gianotti, Ediciclo Editore e Viandanza, il cammino come educazione sentimentale di Luigi Nacci, Editori Laterza.

E perché no, scarponcini sotto l’albero come invito a un nuovo viaggi. E ancora, poncho, borraccia, gavetta, posate, bacchette per camminare: sono tanti gli accessori che fanno la differenza di peso e spazio nello zaino. Anche il mondo del trekking, nel corso del tempo, si è evoluto e i materiali sono diventati leggeri e più pratici. Buon Natale green.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *