Muvt: l’iniziativa di Amtab e Comune di Bari per le feste

Iniziativa Amtab per Natale
Dal 6 dicembre al 6 gennaio abbonamenti per spostarsi a Bari al costo di 20 euro

Al via dal 6 dicembre gli abbonamenti per spostarsi in città, a Bari, durante il periodo natalizio al costo di 20 euro

Dal 6 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 sarà possibile acquistare l’abbonamento per spostarsi in città al costo di 20 euro (anzichè 35): è l’iniziativa che anche quest’anno Amtab propone per il trasporto urbano. «Un anno particolare, segnato dalla pandemia e dalle restrizioni che questa comporta», come ha spiegato Arcangelo Scattaglia, funzionario Amtab che si occupa del progetto da due anni, e cioè da quando è nato e si è sviluppato.

Card Muvt
Muvt card è un supporto plastico, costa 2 euro ed è valido per 3 anni dall’attivazione

Gli abbonamenti vengono rilasciati soltanto sulla Muvt card, che può essere acquistata nelle rivendite dell’Amtab al costo di 2 euro. Poi, bisogna procedere con l’acquisto dell’abbonamento online, sul sito: ci si deve registrare, associare la Muvt card acquistata in precedenza per poi procedere all’acquisto dell’abbonamento, che potrà essere utilizzato 24 ore dopo l’operazione. Per ulteriori informazioni, è possibile consultare il sito amtab.it o telefonare al numero verde 800.450.444.

Rinfreschiamoci la memoria

M.U.V.T (Mobilità Urbana Vivibile e Tecnologica) è un programma finalizzato alla gestione della domanda di mobilità sostenibile su tutto il territorio cittadino. Si compone di una serie di azioni integrate che hanno come obiettivo comune quello di favorire il passaggio dei cittadini verso forme di mobilità più sostenibili, quali il trasporto pubblico locale, la bicicletta, il carpooling e il bike sharing.

All’interno del progetto MUVT si inseriscono le attività realizzate da AMTAB S.p.A. e dal Comune di Bari per la realizzazione del progetto Smart Mobility.

App muvt
L’app Muvt è disponibile per android e i-phone

L’applicazione MUVT consente di avere in tempo reale su dispositivi mobili IOS e Android una serie di funzionalità che consentono ai cittadini di vivere la città in in modo partecipato, più smart ed efficiente.

Tra i principali servizi ci sono la possibilità di acquistare e utilizzare titoli elettronici per usufruire dei mezzi pubblici senza dover ricorrere al vecchio biglietto cartaceo, e  quella di pagare direttamente dal proprio smartphone la sosta effettiva della propria auto sulle strisce blu nella ZSR (zona a sosta regolamentata) della Città di Bari.

Un altro servizio attivato subito dopo il primo lockdown (durante il quale invece il Comune di Bari aveva liberalizzato la sosta) è stato il rinnovo dei permessi residenti zsr/ztl direttamente da casa senza prenotazioni o code agli sportelli.

Alla fine della procedura l’utente riceve una e-mail col riepilogo della transazione e un link dove scaricare il logo MUVT da esporre sul cruscotto per indicare agli addetti la presenza di un permesso che verrà verificato attraverso la targa dell’autovettura.

Se si è già registrati a MUVT, basterà associare il proprio identificativo zsr all’account e si potrà poi rinnovare il permesso pagando con carta di credito.

Le altre iniziative dopo l’estate

Dopo l’estate, hanno preso il via la campagna di abbonamenti per gli studenti e il rinnovo degli abbonamenti per le persone che hanno più di 65 anni. «Queste ultime possono lasciare la propria documentazione nelle rivendite e noi provvediamo a recuperare il cartaceo e a sostituirlo. L’anziano deve solo acquistare la card plastificata», ha sottolineato il funzionario Scattaglia.

Con Muvt è possibile rinnovare i permessi per residenti zrs/ztl

«Il prossimo servizio che verrà attivato riguarda una validatrice elettronica che sostituirà la vecchia obliteratrice meccanica. Quindi basterà salire sull’autobus, avvicinare l’abbonamento elettronico o il cellulare all’apparecchio, e il titolo di viaggio verrà riconosciuto; stessa cosa per i cartacei, modificati con un QR code».

Infine, a partire dallo scorso agosto, i controllori dei titoli di viaggio sono dotati di palmare in grado di emettere sanzioni direttamente online. Allo stesso modo, il cittadino ha la possibilità di pagare le sanzioni online o nelle le rivendite Sisal.

Articoli correlati