Input your search keywords and press Enter.

Museo Nazionale di Santa Maria delle Monache chiuso per… ferie

Il convento di Santa Maria delle Monache

Beni Culturali? Ad agosto si chiude per… ferie. Succede a Isernia e a disporlo – contrariamente a quanto accade nel resto d’Italia – è stato il direttore generale per i Beni Culturali in Molise Gino Famiglietti. Il provvedimento riguarda il complesso monumentale di Santa Maria delle Monache ed è un provvedimento che lascia letteralmente allibiti. Il complesso monumentale – stando ad una nota firmata dallo stesso Famiglietti – resterà chiuso tutti i pomeriggi del mese di agosto ferma restando la chiusura del sabato pomeriggio e della domenica che viene già attuata durante l’anno. Dunque, ricapitolando: mentre il ministero dei Beni Culturali comunica, d’intesa con i sindacati, l’apertura dei siti archeologici in tutta Italia per la festività di Ferragosto, a Isernia un importante sito, invece, chiude. A denunciare quanto sta accadendo è il segretario regionale della Uil Beni Culturali Emilio Izzo con una nota inviata, tra gli altri, al prefetto, al sindaco e alla procura di Isernia.

Il complesso monumentale di Santa Maria delle Monache, a Isernia, custodisce anche il Museo del Paleolitico

«La chiusura del complesso di Santa Maria delle Monache è una cosa gravissima – ribadisce Izzo – e non sta in piedi la giustificazione di Famiglietti  secondo il quale si chiude il complesso monastico per carenza di personale di custodia, vista anche la necessità di dover tenere aperto il Museo del Paleolitico. Il Paleolitico – precisa Izzo – è aperto da un anno e non risulta ci siano state variazioni nella dotazione organica. Il provvedimento di Famiglietti  ignora bellamente l’importante afflusso estivo e dimentica che all’interno di Santa Maria delle Monache oltre alle sale espositive ci sono gli uffici di tre soprintendenze». La preoccupazione di Izzo appare giustificata perché non stiamo parlando di un “monumentino da poco”. Santa Maria delle Monache è un museo nazionale e fino a qualche tempo fa custodiva i reperti del Paleolitico di Isernia.

Il Museo nazionale di Santa Maria delle Monache ad agosto chiude per… ferie

Il convento benedettino è di origine altomedioevale, fu costruito infatti intorno all’anno Mille ed è ubicato nel centro storico di Isernia. Nelle sue sale sono esposti pezzi risalenti all’epoca romana, più precisamente dell’età repubblicana e imperiale. Si tratta di capitelli corinzi, frammenti architettonici e  rocchi di colonne. Tra i pezzi di grande interesse il rilievo con scena di battaglia che ripete quella del celebre mosaico di Pompei della battaglia di Isso fra Alessandro e Dario. Vi sono poi alcuni blocchi di grandi dimensioni con figure di gladiatori facenti parte di un grandioso monumento esistente in epoca romana in località Taverna della Croce. Esposte anche molte iscrizioni e urne funerarie provenienti dalla necropoli delle Quadrelle a pochi chilometri da Isernia. Di grande interesse risultano infine due grandi basi onorarie, una delle quali dedicata a Sesto Apuleio, nipote di Augusto.

Parliamo quindi di un tesoro immenso che non potrà essere ammirato dai turisti a causa di una decisione che sta già scatenando furiose polemiche. Alla luce di quanto sta accadendo, infatti, Emilio Izzo che è stato ricevuto in queste ore dal prefetto d’Isernia Valente, insieme ai rappresentanti di categoria della Cgil e della Cisl ha chiesto al ministero dei Beni Culturali un tavolo nazionale per analizzare proprio la gestione dei beni culturali in Molise. 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *