Mobilità sostenibile: 12 città in gara per i premi della Commissione Europea

Firenze (foto Pixabay)
Firenze è in lizza per il premio UE sulla sicurezza stradale urbana (foto Pixabay)

Firenze tra le città finaliste. I premi vanno a riconoscimento di importanti iniziative volte a rendere le città più verdi e più sicure

Annunciati oggi dalla Commissione Europea i finalisti dei premi della Settimana europea della mobilità 2021. Amadora, Kassel e Lüleburgaz si contendono il premio per i comuni più grandi (oltre 100mila abitanti), mentre Alimos, Miajadas e Valongo sono le finaliste della categoria dei comuni più piccoli. I premi vanno a riconoscimento di importanti iniziative volte a rendere le città più verdi e più sicure.

I finalisti della categoria relativa alla pianificazione della mobilità urbana sostenibile sono Madrid, Mitrovica Sud e Tampere, mentre Firenze, Rethymno e Varsavia sono in lizza per il premio dell’UE per la sicurezza stradale urbana, attribuito per straordinarie misure di sicurezza stradale.

Soddisfazione della Commissaria per i Trasporti Adina V?lean per il livello dei progetti finalisti «che dimostrano come le città di tutta Europa possono migliorare il benessere dei cittadini passando a opzioni di trasporto più pulite, più verdi e più semplici per tutti. Sosteniamo questa transizione mediante il nuovo quadro dell’UE per la mobilità urbana, che definisce orientamenti europei su come le città possono ridurre le emissioni di carbonio e inquinanti e migliorare la mobilità».

La campagna della Settimana europea della mobilità si svolge ogni anno dal 16 al 22 settembre. L’anno scorso è stato registrato un aumento record del numero di partecipanti alla campagna: oltre 3 100 città di 53 paesi. I vincitori saranno annunciati nel corso di una cerimonia che si terrà il 28 marzo alle 15.00.

I progetti  finalisti

I candidati al Premio Settimana europea della mobilità 2021 per i comuni più grandi (oltre 100mila abitanti) sono:

•          Amadora (Portogallo) – per l’integrazione di tutte le fasce d’età in eventi di mobilità sostenibile – come tour in bicicletta, prove di veicoli elettrici e un dialogo organizzato con i giovani reporter ambientali – e l’utilizzo di partnership promozionali strategiche con i rivenditori locali;

•          Kassel (Germania) – per aver organizzato attività creative durante la settimana dell’evento principale, come una caccia al tesoro per le mascotte della campagna in tutta la città e un maggiore coinvolgimento dei bambini nella mobilità sostenibile attraverso tour a piedi e in bicicletta;

•          Lüleburgaz (Turchia) – per aver messo in luce il legame tra salute e mobilità attiva e sostenibile attraverso il dialogo con medici specializzati in neurologia, psicologia e cardiologia, e per aver reso i marciapiedi più accessibili e altro ancora.

I candidati al Premio Settimana europea della mobilità 2021 per i comuni più piccoli (meno di 100.000 abitanti) sono:

•          Alimos (Grecia) – per il suo programma completo di attività che ha coinvolto in modo significativo persone e associazioni locali durante la settimana principale dell’evento dal 16 al 22 settembre, inclusa un’interpretazione teatrale interattiva della “storia della bicicletta” e la trasformazione delle stazioni dei trasporti pubblici in spazi per attività divertenti;

•          Miajadas (Spagna) – per la sua forte attenzione alla creazione di percorsi sicuri verso la scuola, alle reti ciclabili e al miglioramento della mobilità pedonale, compresa la riallocazione permanente dello spazio stradale e una segnaletica più visibile per veicoli e pedoni;

•          Valongo (Portogallo) – per la sua ampia varietà di misure e attività permanenti che integrano l’opinione pubblica e per un approccio multimodale, inclusa la creazione di aree pedonali attraenti e nuove e migliorate rampe per sedie a rotelle in tutta la città.

I candidati al 10° SUMP Award (Premio per la pianificazione della mobilità urbana sostenibile) sono:

•        

madrid
Anche Madrid è in gara per la cooperazione trasversale con il settore sanitario per lo sviluppo di piani per modalità di viaggio attive (foto falco da Pixabay)

Madrid (Spagna) – per la cooperazione trasversale con il settore sanitario per lo sviluppo di piani per modalità di viaggio attive e un ampio mix di iniziative multimodali, inclusi veicoli più puliti e il ruolo della città come “città a 30 km all’ora” pilota;

•          Mitrovica South (Kosovo) – per aver pianificato una strategia che lasci i suoi cittadini “liberi dalla paura” di camminare, andare in bicicletta e interagire in sicurezza negli spazi pubblici attraverso misure di prevenzione degli incidenti, come un piano di gestione dei parcheggi e migliori opzioni di trasporto pubblico;

•          Tampere (Finlandia) – per aver concentrato l’attenzione sul ruolo essenziale della salute e della sicurezza nella mobilità urbana sostenibile, comprese le iniziative per i gruppi più vulnerabili e l’interconnessione tra salute, uguaglianza, ambiente e povertà, evidenziando il ruolo della mobilità all’interno di spazi urbani di qualità.

I candidati per l’Urban Road Safety Award (Premio UE per la sicurezza stradale urbana) 2021 sono:

•          Firenze (Italia) – per aver mostrato l’importanza dei dati in tempo reale nella riduzione delle circostanze pericolose sulle strade urbane. Il sistema di monitoraggio e analisi degli incidenti della città include la georeferenziazione e le caratteristiche stradali e ha portato a una significativa riduzione delle vittime della strada;

•          Rethymno (Grecia) – per bilanciare il ruolo della città come importante destinazione turistica con le esigenze dei residenti locali, progettando opzioni di mobilità che migliorino l’accessibilità e riducano gli incidenti stradali attraverso un focus sulla mobilità attiva e il miglioramento del trasporto pubblico;

•          Varsavia (Polonia) – per aver posizionato i pedoni in primo piano con un ambizioso Audit sulla sicurezza stradale – uno studio innovativo che si svolgerà nel corso di cinque anni – per identificare strategie e raccomandazioni per miglioramenti urgenti e a lungo termine.

La settimana europea della mobilità sostenibile

L a Settimana europea della mobilità si svolge dal 16 al 22 settembre di ogni anno, offrendo a paesi e città l’opportunità di sperimentare misure di pianificazione innovative, promuovere nuove infrastrutture e aumentare la consapevolezza sulla mobilità sostenibile all’interno delle loro comunità. Incoraggiando le persone a scegliere modalità di trasporto sostenibili come camminare e andare in bicicletta, possiamo ridurre le nostre emissioni di carbonio, migliorare la qualità dell’aria e rendere le nostre aree urbane luoghi più piacevoli in cui vivere e lavorare.

Nonostante le restrizioni COVID-19 in corso nel 2021, la Settimana europea della mobilità  ha registrato un aumento record di partecipazione: oltre 3100 paesi e città in 53 paesi hanno partecipato alla campagna.

Articoli correlati