Mobilità integrata, Bari si candida

Approvata la candidatura per la prima infrastruttura tecnologica nell’ambito del PNRR Maas4Italy

 

La giunta comunale ha approvato una proposta progettuale per la candidatura all’avviso pubblico “Mobility as a service for italy – Maas4italy” del PNRR.

Si tratta di un progetto, già candidato alla prima edizione del bando del PNRR, che l’amministrazione ha scelto di ripresentare in questa seconda edizione per una ridefinizione complessiva della mobilità cittadina in un’ottica di sostenibilità e innovazione.

La strategia individuata prevede, infatti, sia la realizzazione di investimenti in infrastrutture (fisiche e tecnologiche) e mezzi, sia la concessione di incentivi ai cittadini per l’adozione di comportamenti più sostenibili (ad esempio voucher per l’acquisto di biciclette o rimborso km per gli spostamenti urbani in bicicletta).

Con questa candidatura il Comune di Bari intende dotarsi di un sistema MaaS fortemente orientato alla sostenibilità, che metta il cittadino al centro di un modello flessibile, digitale e on demand di fruizione e di accesso ai servizi di trasporto offrendo, tramite un unico canale, più alternative per soddisfare le diverse esigenze di spostamento orientandole tutte verso la mobilità sostenibile.

Nello specifico è prevista la realizzazione di un sistema customer-centric che metta a disposizione dei cittadini tutti i servizi di mobilità nell’ambito dell’area metropolitana di Bari, in aggiunta ad alcuni di mobilità regionale attraverso una piattaforma di integrazione che permetterà l’accesso a:

  • autobus ibridi amtab
    autobus ibridi amtab – foto archivio

    un travel planner multimodale

  • un sistema di pagamento integrato dei servizi prenotati, mediante un’unica transazione di pagamento in modalità multicanale
  • servizi integrati customer-centric, anche on demand, basati sui bisogni individuali e familiari, fruibili tramite bundling o abbonamenti e resi attrattivi rispetto alla mobilità privata
  • sistemi di gamification e incentivi per incidere sulla domanda di mobilità secondo le seguenti priorità: mobilità dolce, TPL, sharing
  • servizi di prenotazione e ricarica di mezzi elettrici
  • CRM innovativo per realizzare una relazione “forte e continua” con gli utenti.

Nell’ambito dello stesso avviso, il Comune di Bari ha deciso di candidare anche la proposta per la creazione di un Living Lab strettamente connesso e funzionale alle sperimentazioni che verranno realizzate nel progetto MaaS, basato sul paradigma dell’open innovation e indirizzato a cittadini, amministrazione, imprese e ricerca, con l’obiettivo di testare e integrare nella piattaforma MaaS tecnologie, servizi e prodotti innovativi.

Il costo complessivo del progetto MaaS è pari a 3.798.850 euro. Il costo per il fabbisogno di digitalizzazione del trasporto pubblico locale è stimato in 800mila euro da finanziarsi interamente sul progetto MaaS, mentre i costi per la realizzazione del Living Lab ammontano a 7 milioni di euro da finanziarsi interamente con il progetto MaaS.

Articoli correlati