Mobile Shopping in crescita: italiani più attenti all’ambiente

shopping online-pexels-photomix-company-230544
solo il 30% degli italiani preferisce acquistare via smartphone, mentre il 65% predilige ancora lo shopping tradizionale tramite computer (foto photomix company da Pexels)

Lo studio internazionale di Klarna mostra che la “rivoluzione degli smartphone” sta cambiando rapidamente le modalità di acquisto, sia online sia in negozi fisici. Cresce la richiesta di app all-in-one: 6 italiani su 10 preferirebbero un’unica app per lo shopping

Una nuova ricerca condotta da Klarna, leader globale nei servizi bancari, di pagamento e di shopping, mostra fino a che punto la rivoluzione degli smartphone stia facendo evolvere il modo in cui i consumatori affrontano gli acquisti. Il Mobile Shopping Report 2021 di Klarna ha coinvolto oltre 13.000 consumatori provenienti da 13 Paesi, per capire come stanno cambiando le abitudini di acquisto degli utenti (che fanno sempre più affidamento sugli smartphone), cosa ne sta guidando l’adozione e quali sono i trend emergenti che potranno definire le abitudini di shopping tramite mobile nel prossimo futuro.

Nuove abitudini per lo shopping

  • Meno plastica, più digitale: le carte virtuali stanno diventando un metodo di pagamento sempre più diffuso per gli acquisti online. Il 50% degli utenti le considera un’alternativa valida e sicura a quelle fisiche, poiché minimizzano il rischio di frodi (45%). Se ne può quindi prevedere un’ampia adozione in futuro, quando questa tecnologia diventerà ancora più accessibile.
  • In negozio, ma con un’impronta digitale: con il ritorno nei punti vendita fisici, la ricerca ha evidenziato come i consumatori abbiano iniziato a utilizzare gli smartphone anche in store. Questo fa parte del percorso d’acquisto, con il 92% degli intervistati che afferma di farlo per assicurarsi le migliori offerte e promozioni. L’omnicanalità è quindi fondamentale per garantire una migliore shopping experience.
  • Servizi integrati e semplificati: nonostante le app siano ampiamente apprezzate, i consumatori sono alla ricerca di servizi integrati che eliminino la necessità di passare continuamente da un’applicazione all’altra, soprattutto tra Millennials e Gen Z (tra di loro, 3 su 4 sono favorevoli alle app per lo shopping all-in-one). In generale, il 70% degli intervistati ha espresso una preferenza nei confronti di app che integrino tutte le caratteristiche di quelle utilizzate attualmente per lo shopping.

Millenial e Gen Z i più pronti al cambiamento

Tra i principali risultati della ricerca:

Il 76% dei consumatori italiani vuole eliminare le comuni carte sostituendole in futuro con soluzioni digitali (foto Ivan Samkov da Pexels)
  • La maggior parte dei consumatori italiani (74%) ha utilizzato lo smartphone per fare shopping online, seguiti da francesi (68%), tedeschi (67%) e belgi (63%). Il Paese con la più bassa penetrazione di mobile shopping è invece l’Australia (57%).
  • I consumatori italiani fanno shopping tramite smartphone più spesso rispetto a due anni fa (58%), seguiti dagli utenti di Austria, Germania e Paesi del Nord Europa (Finlandia, Svezia e Norvegia ). In Italia, Gen Z (73%) e Millennial (68%) sono le generazioni che hanno sfruttato maggiormente il mobile shopping negli ultimi due anni.
  • Nonostante questo, solo il 30% degli italiani preferisce acquistare via smartphone, mentre il 65% predilige ancora lo shopping tradizionale tramite computer. Questi dati classificano l’Italia al 9° posto su 13 in termini di preferenza per i dispositivi mobile, seguita da Francia e Belgio, ma molto lontana dagli Stati Uniti (46%).
  • Le carte virtuali sono in aumento: i consumatori vogliono meno plastica e soluzioni più digitali. L’81% dei consumatori italiani ha sentito parlare di carte virtuali, mentre il 34% già le utilizza. Gen Z (31%) e Millennials (40%) sono le generazioni che usufruiscono da più tempo di carte virtuali per gli acquisti online.
  • Il 76% dei consumatori italiani vuole eliminare le comuni carte sostituendole in futuro con soluzioni digitali: tale scelta classifica gli italiani al 2° posto, subito dopo gli spagnoli (80%) ma con una media che supera quella globale (69%). Questo dato rispecchia la volontà di tutte le generazioni (Gen Z 74%, Millennial 80%, Gen X 75%, Baby Boomer 69%).
  • I consumatori in Italia sono anche i più attenti all’ambiente: il 52%, infatti, utilizza dispositivi mobili per acquistare prodotti sostenibili.
  • Gli italiani amano le app per lo shopping. Quasi un quarto dei consumatori italiani ha tra 6 e 10 app di shopping installate sul proprio smartphone, anche se non tutte vengono utilizzate di frequente. Infatti, l’83% degli italiani intervistati ne utilizza solo da 1 a 5 (o nessuna) su base settimanale. Si tratta di un trend confermato a livello globale, con l’eccezione dei Paesi Bassi, dove le app per lo shopping sono utilizzate abitualmente (il 25% dei consumatori ne usa da 6 a 10 ogni settimana).
  • 3 italiani su 10 (27%) sono sopraffatti dal numero di app disponibili: guardando specificamente alle app per lo shopping, il 61% di loro preferirebbe avere un’unica app per seguire tutte le fasi dello shopping journey invece di doversi destreggiare tra app multiple. Su questo punto, tutte le generazioni sono concordi (Gen Z 59%, Millennials 64%, Gen X 58%, Baby Boomers 56%).
  • I consumatori italiani preferiscono le esperienze di acquisto semplificate e integrate, per la loro capacità di semplificare il processo di acquisto (74%) e di far risparmiare tempo (58%).

Articoli correlati